Nelle bambine di 2-3 anni può succedere che si verifichino alcune perdite vaginali.

Esse si presentano dal colore giallastro e talvolta maleodoranti. Solitamente, non recano alcun fastidio fisico ma di certo mandano i genitori in uno stato di allarme.

Agitarsi è inutile, poiché nella maggior parte dei casi si tratta di infiammazioni. Quest’ultime però, sono davvero di piccola entità, poiché la vagina delle bambine di 2-3 anni è molto piccola.

Tuttavia, ciò non esclude che nello spazio che intercorre tra le piccole e le grandi labbra non si verifichi un’infiammazione, che a loro volta generano alcune perdite.

Perdite vaginali bambine cause

Quali sono le cause che portano a questo disagio?

Non esiste una risposta universale, in quanto esse possono variare a seconda del caso specifico. In linea generale però, i fattori determinanti sono solitamente i seguenti:

Scarsa igiene personale

Una volta raggiunti i 2-3 anni di vita, gran parte delle bambine diventano autosufficienti nell’andare in bagno. 

Di conseguenza, può succedere che non si pulisca o nel peggiore dei casi, sbagli la procedura, trasportando i batteri dall’ano alla vagina.

Per tale motivo, è preferibile una maggiore sorveglianza da parte dei genitori. Questo perché a quell’età, le bambine sono in grado di svolgere alcune azioni in maniera autonoma ma non comprendono a pieno l’importanza dell’igiene personale.

Indumenti troppo stretti

Talvolta, può capitare che indossando mutandine troppo strette o pantaloni eccessivamente aderenti nella zona interessata, il fisico ne risenta in maniera notevole.

Di conseguenza, le perdite gialle sono una specie di sfogo da parte dell’organismo.

Tale fenomeno, risulta essere frequente anche nelle adolescenti e nelle donne adulte. Pertanto, non deve destare alcun tipo di preoccupazione.

Una volta individuato il problema, basta semplicemente acquistare per la propria bambina degli indumenti più comodi, perfetti per muoversi in perfetta libertà.

Inoltre, tenete a mente che a quell’età i figli sono iperattivi e non possono di certo sentirsi “intrappolati” in abiti super attillati.

Toccarsi i genitali

La terza causa più plausibile delle perdite vaginali può essere strettamente legata a delle abitudini errate.

Alcune bambine, un po’ per prurito o per gesto spontaneo, tendono a toccarsi molto spesso quella zona. 

E visto che a quell’età si è a stretto contatto con tantissimi oggetti, è probabile che le mani non siano costantemente igienizzate.

Di conseguenza, il contatto diretto con la vagina potrebbe portare a delle infiammazioni.

Perdite quando preoccuparsi 

Come avrete ben intuito, nella maggior parte dei casi le perdite vaginali nelle bambine di 2-3 anni sono del tutto normali, scaturite dai fattori precedentemente citati.

Tuttavia, raramente può succedere che il disagio sia una conseguenza di alcune problematiche più complesse.

Ad esempio, il pH è neutro e non esiste una sufficiente protezione degli estrogeni. Di conseguenza, le infiammazioni possono aumentare di intensità, portando alle bambine dolori vaginali e vere e proprie infezioni che vanno curate in maniera tempestiva.

Per porre rimedio, si suggerisce di non procedere in maniera autonoma con delle cure fai da te ma di rivolgersi ad un medico, o comunque a una persona esperta del settore. Quest’ultima, sarà in grado di suggerire l’antinfiammatorio più idoneo, a seconda del caso specifico.

Perdite vaginali cura

A questo punto ci si chiede: quali possono essere i metodi per trattare le perdite vaginali nelle bambine di due-tre anni?

La soluzione sta nel seguire una serie di regole comportamentali.

In primis, i genitori devono rivolgersi ad un pediatra, in modo tale che possa analizzare il caso nel dettaglio.

Come vi abbiamo già accennato in precedenza, sarà fondamentale evitare di acquistare robe aderenti o mutandine troppo strette. Poi, si consiglia di seguire le proprie bambine nel momento in cui vanno in bagno ed osservare il modo in cui si puliscono, perché potrebbero sbagliare nella tecnica.

Fate in modo che possano comprendere al meglio la corretta pulizia, che dev’essere effettuata procedendo dalla parte anteriore a quella posteriore e non viceversa.

Infine, cercate di utilizzare sempre saponi o detergenti neutri e di evitare l’utilizzo del bagnoschiuma nelle parti intime. Abolite anche le salviette intime (salvo casi eccezionali) ma prediligere sempre i classici lavaggi nel bidet.

Creme vaginali

In commercio esistono tantissime creme vaginali, in grado di alleviare rossori e bruciori.

Pertanto, se la bambina dovesse avere delle perdite accompagnate da forte prurito, si possono acquistare i seguenti prodotti:

Letifem Pediatrica Vulvare Crema 30ml

Crema di pediatrica vulvare letifem è appositamente formulato per proteggere contro l’irritazione della vulva e della zona perineale.

Indicazioni: Con prebiotici per mantenere l’equilibrio della flora naturale vulvare rafforzare l’ecosistema. Con attività specifiche che alleviano il prurito. Inoltre, fornisce il benessere e il comfort. PH adeguato alla zona vulvare bambino.

Come usare: pulire la zona vulvare con Letifem ragazza attentamente Gel Pediatric intimo. Asciugare bene e applicare un sottile strato di crema vulvare. Adatto per le ragazze durante l’uso del pannolino e fino a 8 anni. Tubo 30ml.

Gyno-Canesten Inthima Cosmetic Bambina

Gyno-Canesten Inthima Cosmetic Bambina, specificatamente formulato per alleviare e rispettare le pelli sensibili delle bambine, permette di calmare le irritazioni grazie a:

  • Estratto di Loto, noto per le sue proprietà emollienti.
    Un pH fisiologico, adatto all’uso quotidiano.
  • Una profumazione delicata.
  • Testato sotto controllo ginecologico.
  • Formula specifica e adatta alle parti intime.

Ipoallergenico, senza coloranti e senza alcun tipo di conservanti.

Modalità d’uso: Utilizzare quotidianamente come un normale sapone. Dopo l’uso risciacquare accuratamente con acqua.

Uso esterno, a partire da 2 anni. Confezione: Flacone da 200 ml.

Alkagin Detergente Intimo da 250 ml

Il detergente intimo Alkagin è formulato con estratto di Peonia ricco in tannini e flavonoidi ad azione lenitive.

Esso è specifico per le parti intime delicate, igiene quotidiana di bambine e pre-adolescenti, pH neutro.

Aiuta a prevenire prurito, arrossamenti e bruciore che possono insorgere nelle bambine e nel periodo preadolescenziale.

Ipoallergenico*, testato sotto controllo pediatrico, testato per Nickel, Cobalto, Cromo, Palladio e Mercurio**, senza parabeni, SLS, SLES, coloranti e derivati del grano.

* Prodotto formulato per ridurre al minimo il rischio di allergia.

** Ognuno inferiore a una parte per milione. Piccole quantità possono essere responsabili di sensibilizzazione cutanea.

Infine, ci teniamo come sempre a precisare che prima di acquistarle, è bene consultare il pediatra o il medico di famiglia, onde evitare spiacevoli complicanze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.