CONDIVIDI

In occasione della reunion, tenutasi Giovedì scorso tra Governo e i sindacati, si è potuto discutere sulla riforma delle pensioni. Ordine del giorno? I decreti attuativi sull’APE.

Il Ministero del lavoro si è preoccupato di far sapere della sua mobilitazione per far si che l’anticipo pensionistico entri in vigore già dal primo Maggio. I costi per accedere a tale anticipo pensionistico attraverso gli istituti bancari sono ancora in fase di valutazione. Tutti gli istituti finanziari che aderiranno all’iniziativa, potranno godere di un tasso pari al 2,75 percento, che sarà fisso per tutta la durata del prestito.

La domanda APE potrà essere fatta richiedendo: il modulo INPS per la certificazione dei requisiti ed il modello di richiesta. Poletti, in merito alla riforma, afferma: “Abbiamo chiuso un lavoro molto importante con cui abbiamo rivisto le platee di lavoratori interessati e adottato strumenti che non hanno precedenti. Si tratta di una impalcatura nuova che andrà seguita nella sua applicazione e nel suo assestamento e che potrebbe far emergere dell criticità che dovremo monitorare“. 

Di sicuro altre caratteristiche della riforma dovranno ancora esser messe a punto, probabilmente in occasione di un’altra riunione tra Governo e sindacati. Leonardi afferma, infatti, che ci lavoreranno su in vista del prossimo anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.