CONDIVIDI

Sono almeno tre le morti accertate, per avvelenamento,  di alcuni cani deceduti  dopo la solita passeggiata pomeridiana nel parco di via S. Giovanni in Argentella a San Basilio.

I poveri animali hanno infatti ingerito dei bocconcini-esca, nascosti nell’erba.

La continuità degli eventi  ha insospettito i proprietari , che hanno deciso di sporgere una formale denuncia alla Polizia.

I medici veterinari delle strutture per animali, hanno riscontrato che le morti erano avvenute tutte per lo stesso motivo, avvelenamento da cibo.

I proprietari dei cani hanno messo così gli investigatori del Commissariato San Basilio sulle tracce di un pensionato.

I giorni precedenti alle morti infatti, un ottantenne residente vicino il parco, aveva minacciato alcuni frequentatori della zona verde, dicendo loro  che se avessero continuato a portare gli animali  in quel tratto del parco, di cui  si era appropriato indebitamente, li avrebbe avvelenati.

Richiesto e ottenuto, dall’Autorità Giudiziaria, un mandato di perquisizione nei confronti del sospettato, i poliziotti,  hanno rinvenuto e sequestrato a casa dell’uomo  diverse confezioni di  diserbanti e veleni, usati in agricoltura, compatibili con quelli usati per avvelenare i cani e risultati dalle analisi effettuate dai medici di laboratorio.

Gli indizi di responsabilità raccolti dagli investigatori nei confronti dell’ottantenne sono ora al vaglio degli esperti. Per il pensionato  è scattata la denuncia ed ora dovrà rispondere dell’uccisione di tre cani.

cani avvelenati

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.