CONDIVIDI

Un bancario romano, S.A., 52 anni, è stato arrestato, l’accusa a suo carico è  detenzione di  un ingente quantità di materiale pornografico realizzato utilizzando minori.

L’uomo, sposato senza figli,  già nel 2011 era stato sottoposto a perquisizione domiciliare eseguita da personale della dipendente Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Viterbo.

Aveva infatti messo in condivisione e si era procurato materiale digitalizzato di natura pedopornografica,  più precisamente cinque immagini in cui comparivano minori in atti sessuali.

 Furono sequestrati 2 pc e 93 supporti di tipo dvd e Cd-Rom.

Le successive attività di analisi di ordine tecniche-forense   hanno consentito ai consulenti tecnici del pm di accertare che sugli stessi supporti informatici risultavano memorizzati più di 105.000 tra immagini e filmati pedopornografici realizzati con il coinvolgimento di minori di anni 18 e di anni 14.

Dopo il considerevole quantitativo di materiale di natura pedopornografica trovato , l’autorità giudiziaria competente ha disposto una seconda attività di perquisizione nell’abitazione di S.A. e in tutti i luoghi necessari.

Anche nella sua  sede di lavoro,  il 5 dicembre scorso il personale del compartimento, coadiuvato da operatori della dipendente Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Viterbo, ha dato esecuzione al decreto di perquisizione locale e sequestro.

L’ 11 marzo scorso, il gip Riccardo Amoroso ha disposto, a carico dell’uomo, l’esecuzione della misura cautelare in carcere.

bancario arrestato a roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.