CONDIVIDI

Parto cesareo informazioni

Recenti statistiche hanno messo in evidenza come il ricorso al cesareo sia in costante aumento in Italia e in tutti i Paesi in cui è possibile farlo. Questo argomento risulta essere uno tra i più discussi e infatti esistono diverse scuole di pensiero, sia tra i medici che tra le donne.

Le motivazioni di tale incremento sono molteplici. Paradossalmente, spiegano gli esperti, minore è la fiducia riposta nell’assistenza sanitaria, maggiore è il ricorso al cesareo.

Anche il fattore età incide in maniera consistente su questa decisione: dal momento che oggi si fanno figli in età sempre più avanzata, i futuri genitori preferiscono programmare un cesareo piuttosto che affrontare il rischio che qualcosa possa andare storto durante il parto.

Ma quali sono, nel dettaglio, i vantaggi e gli svantaggi di un parto cesareo?

Il cesareo evita i dolori del travaglio e del parto, i cui tempi possono dilatarsi anche fino a 12 ore, e elimina il pericolo di lacerazioni vaginali, in quanto nell’intervento chirurgico non vengono interessate le vie vaginali. Il cesareo permette inoltre di programmare il momento del parto con precisione.

Esso non è però esente da alcuni aspetti negativi:

  • Se il cesareo da una parte permette di eliminare i dolori del parto, dall’altra è causa di un decorso post partum piuttosto doloroso e prolungato nel tempo.
  • La neo mamma sarà costretta a rimanere a letto per 12-24 ore, con flebo e catetere.
  • Si tratta di un vero e proprio intervento chirurgico.
  • Fare un primo cesareo significa, nella maggior parte dei casi, candidarsi ad altri cesarei futuri.

Questi vantaggi e svantaggi devono essere presi seriamente in considerazione e ampiamente discussi con il proprio ginecologo, in modo tale che la decisione risulti ben ponderata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.