Pulizia del parquet

Il parquet ha il dono di rendere una stanza calda e accogliente, ma la sua indubbia bellezza può essere minata dal tempo e da cure non adeguate. Per salvaguardare la sua innata eleganza, è necessario prestare un occhio di riguardo nella pulizia.

Essendo particolarmente sensibile alla luce e all’umidità, a causa dei quali potrebbe cambiare colore o gonfiarsi, così come all’utilizzo di certe sostanze, è opportuno seguire alcuni importanti accorgimenti, in modo tale da non comprometterne irreparabilmente l’aspetto.

Il trattamento può essere suddiviso in manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria, in rapporto alla tipologia di parquet. La tecnica di pulizia può infatti cambiare in base al tipo di finitura del parquet, che può essere a vernice, a cera o a olio.

Pulizia ordinaria parquet

La pulizia costante del parquet si può effettuare utilizzando un aspirapolvere con spatola apposita o una scopa con setole naturali. Possono essere impiegati anche i panni specifici in microfibra. Da evitare, invece, l’uso di macchine pulitrici a vapore, così come prodotti aggressivi come ammoniaca, alcool e candeggina.

Per un lavaggio meno frequente, invece, si può impiegare un panno umido e ben strizzato. L’acqua può rivelarsi un’acerrima nemica del parquet, pertanto va utilizzata con parsimonia e con estrema attenzione, in caso contrario i danni non tarderanno a fare la loro apparizione. Potete utilizzare solo acqua (non calda) oppure aggiungere un detergente neutro per pavimenti in legno (privo di solventi) molto diluito. Ultimato il lavaggio, procedete con la lucidatura: sarà sufficiente passare un panno di cotone asciutto seguendo la direzione delle venature del legno, senza aggiungere prodotti particolari.

Pulizia straordinaria parquet

La frequenza di questi trattamenti varia in base all’usura.

Legni verniciati: da una volta ogni tre mesi a una volta all’anno. Al fine di ravvivare e proteggere lo strato di vernice esistente, si possono effettuare trattamenti con prodotti protettivi. Il procedimento è molto semplice: insieme all’acqua si usano prodotti specifici ravvivanti e rinforzanti.

Legni cerati: lo scopo è quello di dare nuova lucentezza alla finitura con una periodica riceratura, onde evitare che annerisca. Come fare: prima si elimina la vecchia cera passando un panno inumidito in una soluzione di acqua e di un solvente apposito, poi si risciacqua e si procede con l’applicazione della nuova mano di cera. Infine, si effettua la lucidatura. Tale trattamento si può effettuare anche una volta al mese, a seconda dei casi.

Legni a olio: generalmente si interviene ogni tre mesi. Si applica semplicemente una nuova mano del prodotto, senza rimozioni.

parquet pulizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.