CONDIVIDI

Parental Training, questa è  la risposta all’obesità infantile della Clinica pediatrica dell’Università di Milano Luigi Sacco.

Un approccio nuovo per un problema che sta diventando una vera e  propria  piaga sociale. In Italia infatti un bambino su tre soffre di obesità e nel mondo il numero di quelli in sovrappeso sta superando quello di coloro che soffrono la fame.

Per questo  sotto la guida del direttore, professor Gian Vincenzo Zuccotti, la clinica  ha creato un’equipe di ricercatori che lavorano insieme seguendo il modello che arriva dai paesi anglosassoni.

Ma che cos’è il Parental Training?  E’ l’idea di un training per tutta la famiglia.  Un  team di specialisti, composto da un pediatra, un diabetologo, un dietista, uno psicologo e un trainer sportivo si prende carico di paziente e genitori.

Il primo step avviene con il pediatra, che visita il piccolo e prescrive gli esami necessari, per poi passare  dal dietista che realizza un inquadramento  dell’alimentazione tipica del soggetto. Per capire non solo cosa mangia, ma anche quanto e come. Sempre nella stessa giornata, il piccolo e i genitori vengono ricevuti dallo psicologo.

Per un intero anno il paziente e la sua famiglia saranno seguiti  con esami e visite di controllo ogni tre o sei mesi, con un programma di attività ad hoc fatto di gruppi di sostegno psicologico e tre incontri all’anno di educazione alimentare e consumo consapevole.

parental training

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.