CONDIVIDI

Troppo paracetamolo è pericoloso

Il paracetamolo aumenta il rischio di ictus, infarto, emoragie e ulcere: è il drammatico quadro emerso da uno studio condotto da ricercatori britannici del “Leeds Institute fopr Rheumatoc and Musculockeletal Medecine” e riportato dal Daily Mail.

L’uso prolungato e ad alte dosi del paracetamolo, uno degli antidolorifici e antipiretici da banco più diffusi, aumenterebbe del 68% il rischio di infarto e ictus e del 50% il pericolo di emorragie e ulcere.

Si è arrivati a questi risultati analizzando lo stato di salute di 666.000 pazienti che hanno assunto quotidianamente, fino a un massimo di 14 anni, paracetamolo contro forti dolori dovuti ad artrite e mal di schiena.

Niente allarmismi, raccomanda Philip Conaghan, responsabile della ricerca, “Molti pazienti che hanno assunto a lungo il paracetamolo – spiega – potrebbero aver avuto malattie che hanno probabilmente causato la morte prematura a prescindere dal farmaco.”

Saranno necessari ulteriori studi per accertare o smentire il legame tra il paracetamolo e l’insorgenza di questi disturbi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.