Esercizi per avere fianchi snelli

L’allenamento ideale per snellire i fianchi può essere eseguito senza alcun attrezzo, tramite alcuni esercizi da effettuare in palestra durante una seduta di fitness o tranquillamente in casa, ritagliandosi qualche minuto tra un impegno e l’altro.

Tapis roulant e cyclette sono gli attrezzi più indicati per snellire i fianchi, eliminare la pancetta e rassodare i glutei, facilmente sostituibili con una corsetta o una camminata a passo svelto.

A ciò si aggiungono una serie di esercizi, come la famosa alzata laterale della gamba. Stendetevi a terra su un fianco, appoggiate la testa sul braccio e, contraendo gli addominali, sollevate la gamba tenendola tesa e posizionando il piede a martello. Salite e scendete lentamente, senza poggiare la gamba a terra. Per aumentare l’efficacia di questo esercizio, potete utilizzare delle cavigliere con i pesi.

Un altro esercizio molto utile per snellire i fianchi si esegue con i manubri. Mettetevi in posizione eretta con la schiena dritta, prendete due manubri da 5 chili ciascuno e scendete a destra e a sinistra. Ripetete l’esercizio 15 volte per lato, per 3 serie.

Provate anche questo: posizionate il piede destro in avanti, intrecciate le mani dietro la testa e abbassatevi per fare un affondo. Quindi salite in piedi alzando il ginocchio sinistro davanti al corpo e toccandolo con il gomito destro. Tornate nella posizione di partenza e ripetete l’esercizio per 15 volte per gamba. Risposatevi 20 secondi ed eseguite una seconda serie.

Altro esercizio: posizionatevi sugli avambracci e sulle punte dei piedi, con le gambe tese e l’addome contratto, senza toccare terra. Sollevate il bacino verso l’alto tenendo gli addominali stretti, quindi abbassate nuovamente la schiena ritornando nella posizione di partenza. Fate 15 ripetizioni, riposatevi una ventina di secondi e ripetete una seconda volta.

Attrezzi per snellire i fianchi

Il tapis roulant e la cyclette risultano essere i migliori attrezzi per snellire i fianchi. Ma in realtà, ci donano una serie di benefici per il nostro organismo, come ad esempio il miglioramento dell’attività cardiovascolare, la stimolazione del buon umore e la regolazione della pressione sanguigna.

Inoltre, sono degli attrezzi che ci consentono di dimagrire in maniera omogenea, andando a coinvolgere anche le braccia, le gambe e la pancia.

Attrezzi per dimagrire pancia

Esistono diversi attrezzi che ci consentono di perdere peso nella zona della pancia, oltre ai due appena citati. Scopriamo i più noti:

  • Panca per addominali
  • Pedale toracico
  • Elastico per addominali
  • Roller addominali

Ognuno di essi ci dà la possibilità di bruciare i grassi, tonificare gli addominali ed allo stesso tempo allenare altre zone del corpo, come ad esempio le braccia, le gambe e i glutei. Occupano poco spazio e si possono trovare sia nei negozi sportivi più forniti che in vari siti web, a prezzi abbastanza accessibili.

Inoltre, grazie alla modernità, alcuni degli attrezzi possiedono delle funzionalità più avanzate, come ad esempio il contatore con cronometro e calorie bruciate o un mini schermo LCD per tenere sotto controllo il battito cardiaco e altri valori. 

Esercizi per girovita

Tantissime persone soffrono di accumulo di adipe nella zona del girovita. Le cause scatenanti possono essere:

  • Sovrappeso
  • Ritenzione idrica
  • Scorretta alimentazione
  • Post gravidanza
  • Menopausa
  • Sedentarietà 

E via dicendo… 

Per poter eliminare il grasso dal girovita, sarà necessario focalizzare l’attenzione non solo sull’alimentazione ma anche sull’attività fisica.

Pertanto, bisognerà seguire una serie di esercizi, sia mirati che volti alla tonificazione generale del nostro corpo. Quindi dite sì a:

Attività cardio. Camminare ogni giorno per almeno 1 ora e praticare attività aerobica per almeno 2-3 volte a settimana. 

Sport. Scegliete quello più adatto a voi tra: ciclismo, corsa o nuoto, tutti considerati perfetti per coloro che vogliono snellire i fianchi. 

Esercizi mirati. Pilates, esercizi yoga, crunch laterali, obliqui con manubrio, spiderman plank, crunch laterali e tanti altri ancora. 

Prima di eseguirli però, seguite dei tutorial specifici e studiate attentamente la tecnica, in modo da non sbagliare nulla. 

Come eliminare le maniglie dell’amore in una settimana

Mettiamo subito una cosa in chiaro: eliminare le maniglie dell’amore in una settimana è impossibile, a meno che non si è già magri di base e si ha come obiettivo eliminare giusto 1-2 kg accumulati nella zona dei fianchi.

Per chi ha qualcosa in più da perdere, i risultati sono visibili almeno dopo quelle 2-3 settimane di allenamento. Tuttavia, dopo 7 giorni, le maniglie dell’amore si possono ridurre. In che modo?

Ovviamente curando l’alimentazione e praticando attività fisica in maniera costante ma senza eccedere.

Per quanto riguarda l’alimentazione, per agevolarvi, potreste stilare un dieta settimanali, contenente non solo gli alimenti da consumare quotidianamente ma anche alcuni consigli legati ai possibili accostamenti.

Ricordate di non digiunare, in quanto è sbagliatissimo per il nostro organismo. Prediligere piuttosto degli spuntini light ma frequenti, così da far accelerare il metabolismo. Allo stesso tempo, riducete l’apporto energetico giornaliero di almeno 200-300 calorie. Già dopo una settimana, noterete dei risultati!

Dal punto di vista dell’attività fisica invece, oltre ai classici esercizi precedentemente citati, cercate di effettuare quelli cardiovascolari (un giorno sì e un giorno no), i quali aiutano a bruciare il grasso corporeo.

È chiaro che gli esercizi dovranno essere non soltanto specifici per le maniglie dell’amore ma coinvolgere tutto il corpo, così da tonificarsi in maniera omogenea. E per chi non avesse la possibilità di andare in palestra, può comunque fare del movimento in casa (guardando alcuni tutorial su YouTube), oppure camminare per almeno 1 ora al giorno, correre o dedicarsi ad alcuni sport, quali nuoto, ciclismo e via dicendo. 

Esercizi per maniglie dell’amore

Ma quali sono gli esercizi che ci consentono di eliminare le maniglie dell’amore?

Per ridurre il deposito di grasso situato ai lati degli addominali, si possono seguire diverse metodologie. Tra le più frequenti, ci sono il Russian Twist, il Bicycle Crunch e il Deadlift. Scopriamoli nel dettaglio!

Russian Twist

Per prima cosa, sedetevi. Poggiate i piedi a terra e piegate le ginocchia. Portate le spalle un po’ indietro e ruotate il bacino in antiversione, cercando di mantenere la schiena dritta.

Contemporaneamente, contraete i muscoli addominali e portate la pancia verso l’interno: in questa fase sarà fondamentale assumere una posizione comoda. Successivamente, allungate le braccia in avanti e senza muovere le gambe effettuate una torsione del busto, verso entrambi i lati.

L’esercizio ha una durata media di 30 secondi e può aumentare di difficoltà se si mantiene con le mani una palla medica dal peso medio di 5 kg.

Bicycle Crunch 

Prendete un tappetino e stendetevi sopra (mi raccomando, la schiena dovrà essere ben poggiata al terreno). 

A questo punto, portate le mani dietro le orecchie ed alzate le gambe, così da formare un angolo retto (90°). Portate il ginocchio verso lo sterno e ruotate il gomito destro verso la gamba sinistra (l’altra dovrà rimanere distesa). Ripetere la sequenza con il gomito sinistro e la gamba destra.

Deadlift

Se cercate degli esercizi per eliminare le maniglie dell’amore in piedi, optate per il Deadlift (noto anche come “stacco da terra”).

Si tratta di un esercizio molto frequente nel crossfit e nel body building, richiedendo l’utilizzo di un bilanciere (se non ne avete uno, potete iniziare con delle bottiglie d’acqua). 

Per prima cosa, mettetevi in piedi con le gambe aperte alla larghezza delle spalle e le punte dei piedi girate leggermente verso l’esterno. 

A questo punto, piegate le ginocchia, come se stesse facendo uno squat. Tenendo le braccia tese, scendete giù, afferrato il bilanciere e portate i glutei indietro (restando sempre con la schiena dritta).

Lo sguardo dovrà essere rivolto in avanti e, concentrandovi con la respirazione, tirate verso su il peso, lentamente. 

Ricordatevi che per il Deadlift la tecnica è importantissima: non bisogna sottovalutarla, onde evitare spiacevoli conseguenze. Inoltre, si tratta di un esercizio che va evitato da chi soffre di mal di schiena, in quanto il peso del bilanciere, potrebbe sovraccaricarla. 

Questi sono soltanto alcuni dei noti esercizi per eliminare i fianchi, ma ne esistono davvero tantissimi: basti pensare ai classici squat o al plank (side, knee, side, stability, low, elevated ecc).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.