CONDIVIDI

Nel mese di aprile le donne potranno effettuare visite gratuite per la prevenzione e la cura dell’osteoporosi. È questa l’iniziativa promossa da O.N.Da (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) alla quale parteciperanno ben 109 ospedali di 18 regioni, premiati da O.N.Da con il Bollino Rosa, una sorta di certificato di qualità per i servizi di eccellenza nella diagnosi e nella cura di patologie femminili.

Gli ospedali offriranno visite gratuite ma anche esami strumentali e materiale informativo su questa patologia. L’osteoporosi colpisce prevalentemente le donne in età avanzata, secondo studi recenti, oltrepassati i 50 anni una donna italiana su tre comincia ad avere le ossa più fragili. Ma nonostante questi dati, come spiega Maria Luisa Brandi, professore di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo all’Università di Firenze, l’osteoporosi è una condizione clinica sottodiagnosticata e sottotrattata.

In realtà, l’osteoporosi è la malattia dell’età avanzata più prevenibile, da qui, l’importanza dell’iniziativa, che mira a sensibilizzare maggiormente i cittadini su questo argomento, rendendo noti i modi per contrastare l’indebolimento delle ossa. “Prevenire l’osteoporosi si può – spiega Marisa Porrini, professore di Nutrizione Applicata all’Università di Milano – con uno stile di vita attivo, una dieta equilibrata, bilanciata, corretta e varia, con alimenti ricchi di calcio, senza dimenticare di esporsi al sole. Abolire il fumo di sigaretta e moderare il consumo di bevande alcoliche.”

L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Lombardia e resa possibile grazie al supporto di Danaos. A partire dal 1° marzo e fino al 30 aprile è disponibile il numero verde 800 58 86 86, attivo dalle ore 9 alle 18, al quale è possibile telefonare per ottenere tutte le informazioni sugli ospedali più vicini cui rivolgersi. L’elenco delle strutture è inoltre consultabile sul sito www.bollinirosa.it e www.danaosdanone.it.  È disponibile anche un indirizzo e-mail: prevenzione@bollinirosa.it.

“Sono grata alle oltre 100 strutture che hanno scelto di aderire – dichiara Francesca Merzagora, Presidente di O.N.Da – la salute delle ossa non deve essere mai trascurata: l’osteoporosi, malattia tipicamente femminile e ‘silenziosa’, colpisce in Italia il 25% delle donne con età superiore ai 40 anni. Da qui, l’importanza di dedicare un particolare momento di attenzione alla salute delle proprie ossa.”

osteoporosi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.