CONDIVIDI

Ornella Vanoni si scaglia contro il Festival di Sanremo, in particolare per la presenza di Chiara Galiazzo trai Big, e il talent show Amici. In una recente intervista rilasciata al Gazzettino di Padova ha espresso la sua opinione sulla nuova edizione capitanata da Fabio Fazio, commentando negativamente alcune sue scelte.

Non conosce Chiara ma è sicura che non sarebbe mai dovuta essere inserita tra i Big “Non l’ho ancora sentita, sono stata in vacanza, ma farla partecipare subito a Sanremo tra i big e non tra i giovani è un errore.”

Parole pesanti nei confronti dei talent show I talent show sono la rovina della musica, e solo in Italia chi vince ‘Amici’ viene pagato più di cantanti che hanno fatto la musica italiana. Non c’è rispetto, solo all’estero sono onorati e felici di invitarmi.” La Vanoni ha forse scordato che lei stessa è stata tra i protagonisti di un talent show, giudice in Star Academy, programma andato in onda su Rai2 e chiuso dopo sole tre puntate per ascolti troppo bassi. Non solo, nel 2011 fu Maria De Filippi a invitarla ad Amici 10 dove duettò con Virginio Simonelli, vincitore di quell’edizione.

Fazio le ha chiesto di partecipare al Festival ma lei ha rifiutato “Avevano chiesto a Gino Paoli di partecipare alla gara ma lui ha giustamente declinato, impegnato con il pianista jazz Danilo Rea. Allora hanno chiesto a me ma anch’io ho detto di no, non faccio la tappabuchi.”

Guarderà la kermesse canora ma considera sbagliate le scelte di Fazio “Guarderò la prima serata. Amo cantare ma detesto il mondo della musica italiana. Fazio non ha capito che Rai1 non è Rai3 e avrà come ospiti d’onore Al Bano, Toto Cutugno e i Ricchi e Poveri con Bocelli tra gli stranieri!”

vanoni1

9 COMMENTI

  1. […] ad arrivare sul gradino più alto del podio, a discapito dei mostri sacri della musica italiana. Ornella Vanoni è tra i maggiori sostenitori di questo […]

  2. Tutti i torti non li ha..questa cultura del "cotto e mangiato" non fa bene alla musica. Personaggi preconfezionati e senza una storia che appaiono e scompaiono pur avendo venduto tante copie dell'album di esordio ormai sono di routine. E a lungo termine i risultati si vedono. Poi a me lei sta sulle scatole, ma non le si può non riconoscere il merito di aver contribuito a segnare tracce indelebili della musica italiana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.