Fra Matthew Festing, gran maestro dell’ordine di Malta, presenterà le proprie dimissioni al Sovrano Consiglio dell’Ordine di Malta in seguito alla richiesta di dimissioni comunicatagli direttamente dal Papa. L’Ordine di Malta è uno degli Ordini religiosi cattolici ed è stato fondato a Gerusalemme nel 1048. Oltre che come ordine religioso è riconosciuto anche come un ente primario di diritto internazionale. L’ordine oltre che religioso divenne militare per difendere pellegrini, malati e i territori della Terra Santa.

Papa Francesco ha dato udienza al gran maestro Festing ieri pomeriggio e la riunione del Sovrano Consiglio per la presentazione ufficiale delle dimissioni si riunirà al più presto, se non oggi al massimo nella giornata di domani. 

La notizia delle prossime dimissioni di Fra Matthew Festing è già stata diffusa dalle fonti dell’Ordine di Malta. Questa richiesta di dimissioni da parte di Papa Francesco arriva al termine di un periodo piuttosto burrascoso che ha coinvolto proprio l’Ordine di Malta. I problemi, infatti, erano iniziati lo scorso mese di dicembre quando il Sovrano Consiglio aveva destituito il Gran Cancelliere Albrecht Freiherr a causa dei suoi dissensi con le politiche dell’Ordine di Malta. Uno dei motivi di dissenso tra Freiherr e l’Ordine di Malta riguardava la distribuzione di profilattici contro l’Aids agli assistiti nei paesi in via di sviluppo.

Il cardinale conservatore Burke, Patrono dell’Ordine di Malta, avrebbe sostenuto le dimissioni di Freiherr anche a colloquio con il Papa, nonostante l’invito di Bergoglio a non influenzare le decisioni in modo così forte. Dopo la sfiducia del Gran Cancelliere però, si è aperta una profonda frattura anche all’interno dell’Ordine stesso, culminata proprio con l’udienza di Festing con Papa Francesco. Al momento, in attesa che si svolga la riunione del Sovrano Consiglio, le funzioni di Festing, che ha anche annullato la sua visita alle zone terremotate del Centro Italia prevista per oggi, sono esercitate provvisoriamente dal Gran Commendatore. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.