CONDIVIDI
People out della Guardia di Finanza

L’operazione della Guardia di Finanza, chiamata “People out”, ha autorizzato ad indagare complessivamente su 379 casi irregolari, ma anche nel sospendere gli assegni, l’Inps, per poi avviare il recupero di quanto indebitamente avrebbero preso i pensionati che risultavano con il domicilio nel Sud America e nell’Est Europa.

Coppie di coniugi anziani hanno imbrogliato lo Stato

La coppia di anziani pensionati origine tunisina, con residenza all’estero, avevano incassato l’assegno sociale  dall’Inps di “circa 450 euro al mese per 13 mensilità” di cui ne hanno diritto solo chi abita in Italia. Gli anziani avevano quindi presentato residenza falsa nella provincia di Firenze usufruendo indebitamente dei soldi per un totale complessivo di 120mila euro.

Un’altra coppia di anziani italiani ,residente nel Frosinate, rispettivamente di 73 e 72 anni, si erano trasferiti all’estero ma hanno percepito comunque l’assegno sociale per complessivi 55 mila euro.

Vi è anche la storia altri due coniugi,  sempre italiani, di circa 80 anni con residenza falsa nella provincia di Potenza, ma di fatto vivono nel Venezuela dal 1955, che hanno indebitamente usufruito di una somma pari a156mila euro.

L’assegno sociale viene corrisposto dall’Inps ai cittadini italiani, comunitari con l’iscrizione all’anagrafe comunale, extracomunitari (titolari di autorizzazione di soggiorno di lungo periodo, i rifugiati politici, titolari dei rispettivi titoli di soggiorno, che abbiano completo i 65 anni; siano domiciliati veramente ed normalmente in Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.