Inscenata rapina, fermata la moglie

Colpo di scena nelle indagini sulla morte di Alfio Longo, l’uomo ucciso ieri a bastonate nella sua villa di Biancavilla, nel catanese. Ad ucciderlo non sarebbe stato un bandito ma dalla moglie, Vincenzina Ingrassia, che ha poi inscenato la rapina.

La donna è stata fermata dai carabinieri di Catania. Il provvedimento è stato emesso dal procuratore Michelangelo Patane.

Alfio Longo stando a quanto dichiarato da Vincenza Ingrassia durante l’interrogatorio avvenuto la scorsa notte in cui ha confessato l’omicidio, aveva “scatti violenti” e la donna lo avrebbe ucciso perché stanca di subire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.