Occhio di pernice argomento

L’Occhio di pernice è un fastidioso ispessimento della pelle che colpisce i nostri piedi, e di frequente provoca anche dolore e fastidio. Questo inestetismo del piede, è molto simile ad il classico callo, però ha dimensioni leggermente inferiori.

Le persone che hanno piedi secchi e poco carnosi, sono più soggette a questo tipo di patologia. Ma anche chi sta parecchio tempo in piedi, chi utilizza spesso tacchi molto alti e chi pratica tanto sport, può soffrire di occhio di pernice. 

Vi sono due tipi di Occhio di pernice: il primo è quello duro che è anche il più comune. Ha una grandezza di circa 5 millimetri, e solitamente compare all’esterno del mignolo, e di solito la causa è lo sfregamento con la scarpa.

Poi c’è l’Occhio di pernice molle, che ha un colore biancastro e si presenta ruvido al tatto. Di solito spunta tra le dita dei piedi, zona in cui si suda molto. 

I sintomi che porta questo piccolo ma doloroso inestetismo sono:

  • Dolore nell’area colpita;
  • Dolenza nell’indossare le scarpe;
  • difficoltà a camminare;
  • difficoltà a stare in piedi a lungo

Come riconoscere Occhio di pernice

Data la loro incredibile somiglianza è davvero facile scambiare un Occhio di pernice per un semplice callo. Per distinguerlo da una semplice callosità, vi basterà osservare l’ispessimento della pelle. 

Come già accennato pocanzi l’Occhio di pernice risulta essere più piccolo rispetto ad un normale callo. Questa patologia poi si manifesta soltanto nei piedi, mentre i calli interessano anche le mani

L’occhio di pernice, poi a differenza di un semplice callo va più in profondità, e spesso nei casi più gravi potrebbe causare anche difficoltà motorie importante. 

perché si chiama Occhio di pernice

Questa dermopatia viene chiamata con questo nome proprio le fa forma che essa assume: molto simile all’occhio di questo particolare uccello. 

Chi toglie l’occhio di pernice

In base alla natura del vostro Occhio di pernice, per la rimozione ci si può rivolgere ad un podologo oppure a un’estetista. Di norma però è sempre meglio rivolgersi ai podologi, perché per rimuovere la dermopatia, sarà necessario tagliare gli strati più alti di pelle; quelli che sono causa di dolore.

Le estetiste, invece possono aiutarvi ad alleviare il dolore che l’Occhio di pernice provoca. Ad esempio potrebbero consigliarvi degli appositi pediluvi con oli essenziali che sicuramente vi porteranno un po’ di sollievo.

Dove operare Occhio di pernice

In alcuni casi, per rimuovere l’occhio di pernice si rende necessario un piccolo intervento chirurgico. Questa piccola operazione si effettua in ambulatorio e necessita soltanto di un’anestesia locale. 

La tecnica chirurgica per rimuovere l’Occhio di pernice, prevede una piccolissima incisione di circa 2 millimetri. In questo modo si avrà il distaccamento del tessuto molle dall’osso. 

Durante questo piccolo intervento, verrà utilizzata una fresa di precisione, che permetterà la rimozione della lesione. Fatto ciò verrà effettuato un lavaggio della zona interessata con della soluzione fisiologica. 

Questo piccolo intervento ambulatoriale dura al massimo 5 minuti, e dopo sole 2 settimane vi sarà possibile indossare di nuovo le scarpe. 

Occhio di pernice: cure e rimedi

Quella dell’intervento chirurgico è un po’ l’ultima spiaggia per curare ed eliminare l’Occhio di pernice. Prima di arrivare a ciò, potreste provare molti altri rimedi sia naturali che medicinali. Vediamone quindi qualcuno. 

Rimedi Naturali

Anche per quanto riguarda questa patologia, esistono doversi rimedi naturali per curarla, e sono ottimi per trovare un po’ di sollievo dai sintomi che essa causa.

Il primo rimedio che vi consigliamo, è quello di fare un pediluvio con acqua calda, sale e bicarbonato per almeno mezz’ora. Dopo che la pelle si è ammorbidita, passate sulla zona interessata una limetta specifica da comprare in farmacia. Ovviamente fermatevi se iniziate ad avvertire dolore.

Anche il limone è un ottimo rimedio naturale, poiché è un perfetto antibatterico. Sfregatene uno spicchio direttamente sulla zona interessata; oppure potete anche creare degli impacchi con bende imbevute di succo di limone. Fermatele poi o con dei cerotti o con delle bende che potete trovare in farmacia.

Il limone poi può essere anche utilizzato in un altro modo. Prendete le bucce e mettetele in ammollo nell’aceto per alcuni giorni, e poi applicateli sul rigonfiamento. Questo metodo contribuirà ad alleviare i sintomi della patologia. 

Un’altro efficace rimedio è il gel d’aloe vera che dovrà essere applicato direttamente sull’occhio di pernice. L’aloe come molti sanno, ha proprietà lenitive e rinfrescanti, e favorisce anche la guarigione della lesione. 

Un’altro rimedio naturale indicato per questo tipo do problema, l’utilizzo dell’aglio. Basta applicarne uno spicchio direttamente sull’occhio di pernice, in quanto anche lui come il limone ha forti proprietà antinfiammatorie. 

Per alleviare il dolore vi consigliamo anche di fare degli impacchi di tintura madre di calendula. 

Oltre a provare questi rimedi del tutto naturali, sarà necessario poi evitare di mettere le scarpe che hanno causato il problema, ed almeno fino alla guarigione completa, evitare anche di indossare i tacchi. Utilizzate solo scarpe molto comode che vi donino il massimo del comfort. 

È assolutamente sconsigliato provare a togliere l’occhio di pernice con unghie, forbici o altri rimedi fai-da-te, perché in questo caso il rischio di infezione è davvero una reale possibilità. 

Occhio di pernice rimedi farmaceutici

Per combattere l’occhio di pernice, in farmacia possiamo trovare diversi rimedi efficaci. Vi consigliamo in particolar modo della pomate antibiotiche specifiche, magari a base di acido salicilico. 

Questo tipo di pomata, è ottimo per ammorbidire l’area del piede che presenta l’ispessimento. Questo consente logicamente di rimuovere poi l’occhio di pernice. Vi consigliamo di rimuoverlo con l’utilizzo di una pietra pomice.

Per proteggere poi le dita dei piedi dallo sfregamento, bisogna coprirle con un pezzettino di lana d’agnello, che troverete in tutte le farmacie. La lana va poi cambiata almeno una volta al giorno.

In sostituzione della lana, potrete anche utilizzare dei dischi di gomma adeguati, che devono essere applicati intorno alle callosità. Questi dischi svolgeranno la stessa mansione della lana ed eviteranno quindi alle parti del piede affette da callosità di incorrere in un doloroso sfregamento.

Per combattere l’occhio di pernice, esiste anche un modo poco ortodosso e anche un po’ disgustoso ma davvero molto efficace. Stiamo parlando dell’urina. 

Ovviamente non è necessario fare impacchi diretti di urina, perché in farmacia si trovano delle pomate a base di urea, che risultano essere molto efficaci per questo tipo di problema. 

Occhio di pernice cerotti ed altri rimedi

Per curare e combattere l’occhio di pernice, molto utilizzati i cerotti. In commercio ne troviamo di diversi tipi: Ecco quali.

  •  a base di acido salicilico, che sono anche molto utili per curare calli e duroni. In commercio, troverete anche
  •  imbottiti di protezione; che sono molto utili quando l’occhio di pernice si presenta tra le dita. In questo caso, infatti, sarà necessario separare le dita per evitare sfregamenti.
  • Solette morbide. Esse vanno applicate direttamente sulla zona interessata dall’occhio di pernice. 
  • ortesi in silicone Questi sono utili per esercitare una pressione localizzata e indolore.
  • gel e liquidi reidratanti. Vanno applicati direttamente sulla zona affetta dalla patologia, in modo da ammorbidire la pelle e ridurne cosi l’ispessimento. 

Ricordiamo però che i rimedi a base di acido salicilico, non devono essere utilizzate dai soggetti diabetici, affetti da arteriopatia, neuropatia o dalle donne in gravidanza. 

Occhio di pernice: come prevenirlo

Prevenire questo dolorosissimo problema al piede è molto semplice, basta soltanto seguire alcuni piccoli consigli. 

Per prima cosa evitate di indossare sia le scarpe che hanno causato la patologia, che scarpe troppo strette. E poi è anche utile fare dei pediluvi preventivi quando si cammina molto. 

Dopo ogni lavaggio vi consigliamo anche di utilizzare la pietra pomice per eliminare tutte le aree di pelle che appaiono già ispessite e dure. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.