Nella prima mattina di ieri, domenica 29 gennaio, una nuova scossa di terremoto di magnitudo 3.8 è stata avvertita ad Amatrice e nelle zone limitrofe.

A causa di questa nuova scossa i Vigili del Fuoco hanno comunicato che è crollata una delle pareti della chiesa di Sant’Agostino. Nel crollo della parete non sono state coinvolte persone, ma la scossa con ipocentro a soli 6 km di profondità ha fatto emergere la paura negli abitanti del paese laziale. 

Nel corso del consueto Angelus della domenica anche Papa Francesco ha ricordato gli sfollati: “Vorrei rinnovare la mia vicinanza alla popolazione del Centro Italia che ancora soffrono le conseguenze del terremoto e delle difficili condizioni atmosferiche. Non manchi a questi nostri fratelli e sorelle il costante sostegno delle istituzioni e la comune solidarietà. E per favore che qualsiasi tipo di burocrazia non li faccia aspettare e ulteriormente soffrire”.

Anche il sindaco di Amatrice è tornato nuovamente sui lavori di ricostruzione. E’ una vera e propria corsa contro il tempo quella che da settimane sta andando avanti ad Amatrice per cercare di salvare quel poco che rimane del paese. Al lavoro instancabilmente gli uomini dei Vigili del Fuoco, della protezione civile e i tecnici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Intanto la situazione resta difficile anche in Abruzzo, sempre a causa del maltempo e delle scosse di terremoto. Un uomo di 52 anni di Montereale, epicentro del terremoto dello scorso 18 gennaio è morto in seguito ad un malore. L’uomo da quasi due settimane viveva all’interno della sua roulotte nei pressi della sua abitazione per il timore di nuove scosse. Nella notte precedente il decesso le temperature erano scese fino a -17 gradi, l’uomo ha avuto un malore ed ha chiamato la guardia medica, ma è deceduto in ambulanza durante il trasferimento in ospedale. L’infarto che ha causato il decesso dell’uomo potrebbe essere stato causato da una combinazione di forte stress, paura per il sisma e freddo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.