CONDIVIDI

Con le proprietà di potenziare il sistema immunitario, il fegato e di ridurre l’assorbimento dei grassi  il curry ha ormai conquistato una posizione di tutto rispetto nell’elenco dei rimedi naturali amici della salute. Sembra però che i non siano solo questi i suoi benefici.

Secondo una nuova ricerca pubblicata su BMC Complementary  and Alternative Medicine  pare che l’estratto di foglie di Murraya koenigii ovvero l’albero del curry uccide in modo specifico le cellule di cancro al seno colpendo l’attività di un complesso multiproteico normalmente utilizzato dalle cellule per eliminare le proteine danneggiate o pericolose, il proteasoma 26S.
La scoperta è stata fatta dai ricercatori del National Institute of Nutrition di Hyderabad (India) . Basandosi sul fatto che i polifenoli, molecole di cui sono ricche anche le foglie del curry, inibiscono l’attività del proteasoma, gli autori dello studio hanno testato le sue proprietà su due linee cellulari ottenute da cancro al seno e su cellule non tumorali.

Lo studio della crescita delle colture cellulari ha svelato che l’estratto di foglie di curry riduce in modo dose-dipendente la vitalità e interferisce con la crescita di entrambe le linee tumorali, arrestando il loro ciclo cellulare, ma non quello delle cellule sane. Inoltre è emerso che il trattamento con l’estratto di curry avvia i meccanismi tipici della morte cellulare programmata e riduce l’attività del proteasoma 26S nelle cellule tumorali, ma non in quelle sane.

LEGGI ANCHE TUMORE OVARICO

11 COMMENTI

  1. Attenzione a non confondersi però: qui si parla di una ricerca fatta sull'albero del curry e non del curry usato comunemente in cucina! Quello che troviamo commercializzato con questo nome (e che usiamo in cucina) è una miscela di spezie che in comune con l'albero del curry ha solo l'odore.

    • allora non hai capito niente.. "Attenzione a non confondersi però: qui si parla di una ricerca fatta sull'albero del curry e non del curry usato comunemente in cucina! Quello che troviamo commercializzato con questo nome (e che usiamo in cucina) è una miscela di spezie che in comune con l'albero del curry ha solo l'odore."

    • Sono scettico (per non dire che mi sembra una vera stupidata). Questo soprattutto alla luce del fatto che non esiste in natura alcunché che si possa definire propriamente "curry". La spezia che noi conosciamo in realtà è sempre una miscela la cui composizione (in qualità e quantità) varia sensibilmente da zona a zona, soprattutto nel Sud-Est asiatico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.