CONDIVIDI

Notte della Taranta a Melpignano

In 150 mila hanno riempito il piazzale dell’ex convento degli Agostiniani, a Melpignano, per prendere parte alla diciassettesima edizione de La Notte della Taranta, dedicata, come spiegato dal presidente della Regione, Nichi Vendola, e dal presidente della fondazione Notte della Taranta, Massimo Manera, a Gabriel Garcia Marquez, celebre scrittore sudamericano recentemente scomparso, e al ritorno alle radici, tema a lui molto caro.

Tanti gli artisti saliti sul palco. Ad aprire le danze sono stati i cantanti 90enni della “Famiglia di Giovanni Avantaggiato”, che hanno presentato un medley di antichi canti popolari, seguiti da Tony Esposito, Roberto Vecchioni, Antonella Ruggiero, Mannarino, i fratelli Mancuso, Bombino, il M° Giovanni Sollima e tanti altri.

“È un onore per me essere qui. In mezzo al tararatapum, ci sono delle parole. C’è un popolo che combatte, lavori perduti, amore per la propria terra. Questo è il senso della canzone popolare, in particolare di quella salentina che ha mestieri straordinari perduti nell’immaginazione e nel tempo. Io ve ne racconto uno…”, ha dichiarato Roberto Vecchioni.

Il Professore ha presentato La tabaccaia, Su arrivati a San Frangisco e un’inedita versione in griko, una sorta di greco salentino, di Samarcanda, che ha infiammato la piazza e donato nuova linfa a una delle canzoni più amate del panorama musicale italiano.

“Questo festival è un grande attrattore di energie musicali e di energie di danza con le coreografie firmate da Miguel Angel Berna – spiegano gli organizzatori dell’evento Sergio Torsello e Sandro Cappelletto – I motivi del successo della pizzica salentina sono molteplici, la pizzica è una musica nata per il ballo e ha una grande capacità di coinvolgimento corporeo e sensoriale, oltre che simbolico. Era una musica a disposizione delle classi popolari per combattere il male di vivere, era anche catartica, oggi ci sono i mali della modernità, meno visibili ma più sottili.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.