CONDIVIDI

Risposte dei nonni sostituite da Internet

Una volta i nonni erano considerati grandi fonti di saggezza ai quali ci si rivolgeva per chiedere consigli e informazioni.

Ora invece  i nipotini, i cosiddetti «nativi digitali», preferiscono cercare da soli le risposte e quale miglior enciclopedia  se non il web?

Dunque se  un tempo il parere dell’anziano era rispettato, ora si “ascoltano” Google, Wikipedia o Youtube, diventati la fonte privilegiata delle informazioni adolescenziali.

Già lo scorso anno una ricerca condotta dalla britannica Ofcom, evidenziava come la metà dei bambini di 3-4 anni fosse già “tecnologicamente istruita”.

Il 3%  usava il telefonino per navigare online e il 10%  ricorreva all’iPad.

Inoltre da una recente indagine, citata dal britannico Telegraph, emerge che solo un anziano su quattro si sente oggi rivolgere dai nipoti domande, rispetto a quanto faceva il 96% degli attuali nonni con i membri anziani della famiglia.

Uno  spunto da non sottovalutare. Causa anche di  stili di vita e ritmi differenti.

Molti nonni, sebbene pensino di avere ancora un ruolo importante nella crescita e nell’educazione dei nipoti (quasi l’80% degli intervistati), considerano la propria posizione sempre meno importante all’interno della famiglia moderna.

Ecco quanto  affermato da  Susan Fermor della Dr. Beckmann, nel presentare i risultati del sondaggio alla stampa: «Gli anziani danno colpa alla tecnologia di tagliarli fuori dalla vita dei nipoti, fornendo ai ragazzi le risposte che cercano e in tempi brevi: in questo modo, i giovani non chiedono più il parere ai nonni che, di fatto, si sentono messi da parte».

nonni e nipoti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.