CONDIVIDI

Negozio di marijuana a New York

Anche New York avrà la sua prima farmacia addetta alla vendita di marijuana a scopo terapeutico. Non si tratta della prima città americana ad accogliere questo tipo di negozio, anche altre metropoli, come Washington, stanno già sperimentando la vendita della cannabis per alleviare il dolore di pazienti affetti da cancro allo stadio terminale, Aids e altre malattie, come l’epilessia e il morbo di Parkinson.

La marijuana, come stabilito dal cosiddetto Compassionate Care Act, approvato circa due anni fa dal governatore Andrew Cuomo, può essere venduta sotto forma di capsule, liquidi o come preparati da inalare a pazienti muniti di apposita certificazione, mentre è proibito l’uso della marijuana per fini non terapeutici (sia quella da fumare che quella commestibile), così come vige il divieto per la coltivazione di piante da parte degli stessi malati.

Sono cinque le aziende che possono distribuire farmaci a base di cannabis: Empire State Health Solutions, Etain, Bloomfield Industries, PharmaCannis e Hunts Point.

Prima di ottenere i farmaci è necessario superare accurati controlli di sicurezza, accertamenti che riguardano anche i medici. È infatti previsto un corso di formazione obbligatorio, senza il quale i dottori non possono prescrivere la marijuana terapeutica, requisito non richiesto in altri ambiti.

Entro il 2016, a questa particolare farmacia ne seguiranno altre tre.

cannabis terapeutica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.