La manifestazione di Roma divisa  in 4 cortei contava circa 60 mila persone. Sono 8 gli arrestati  per violenza, resistenza a pubblico ufficiale e utilizzo di oggetti atti ad offendere, tra loro c’é anche una donna. Altre 8 persone sono state denunciate.

Più di 50 i fermati E’ Roma il teatro degli episodi più gravi. Scene di vera e propria guerriglia urbana si sono verificate sul Lungotevere tra polizia e gli studenti, dopo un fitto lancio, da parte di quest’ultimi di pietre, bottiglie  e bombe carta . Durissime sono state le cariche.

E ancora  c’erano trentamila ragazzi a Firenze , diecimila a Bologna  e Genova  e Bari , diecimila addirittura a Pescara, mille a Parma .  87 città e cittadine coinvolte dallo sciopero europeo con duecentomila ragazzi in strada. Contro tutti e contro tutti. Contro le aule cadenti e la spending review lunga cinque anni, dalla Gelmini a Profumo,  in questa Italia sull’orlo dello spread. Contro l’ex legge Aprea, che è già crollata in Parlamento e non porterà i capitalisti a governare la scuola italiana.  Le proteste sono state voce di un’ Europa che si ribella, governata ormai  da scenari di crisi e disagio.

Torna all’articolo precedente

 

 

1 commento

  1. […] Decine sono gli agenti feriti, una cinquantina di manifestanti fermati nella Capitale. Subito diffuse sul web gli episodi di guerriglia urbana. Il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, che ha seguito dal Viminale la situazione, ha espresso “la più ferma condanna per i gravi episodi di violenza” ed rivolgendosi al capo della Polizia, Antonio Manganelli, ha espresso il proprio “apprezzamento per l’operato delle Forze di polizia, che hanno evitato maggiori e più gravi conseguenze per l’ordine pubblico, per la sicurezza e per l’incolumità dei cittadini”. Continua a leggere… […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.