CONDIVIDI

Quando arriva il Natale è importante non farsi trovare impreparati; pertanto bisogna curare ogni cosa al meglio.

Ad esempio è necessario scegliere un abbigliamento che ben si sposa con l’atmosfera natalizia.

In altre parole è bene essere eleganti ma senza esagerare e senza farsi prendere da troppi dubbi.

Per questo motivo potete optare per un look casual che può includere anche accessori di colore rosso.

Ad esempio si può indossare sia un vestito che dei pantaloni di colore scuro per essere comodi ed eleganti al tempo stesso.

Natale come si festeggia in italia

Nel nostro paese il Natale si festeggia molto curando gli aspetti della tavola, degli addobbi, dell’albero e del presepe che sono gli elementi più tradizionali.

Allo stesso modo si rispettano le date, come l’8 Dicembre, quando si compone l’albero e il presepe.

Inoltre a Natale in Italia si mangiano piatti tradizionali come le frittelle, con verdure pastellate e pesce.

Allo stesso modo dopo la cena della Vigilia si aspetta la mezzanotte per scambiarsi i regali, oppure la mattina di Natale.

Natale: tombola e origini

Anche un altro momento di condivisione lo troviamo con la tombola, i film natalizi e altri giochi anche per i bambini.

Sicuramente ogni casa ha le sue tradizioni, se ad esempio siamo al nord, al centro o al sud.

Prima di tutto ci sono delle tradizioni che valgono in genere per tutti quanti; ad esempio quelle che riguardano le origini dell’albero di Natale.

Secondo alcuni cenni storici prima di arrivare in Italia, lo si è visto per la prima volta in Estonia.

In altre parole in una della principali piazze estoni si mise un grande abete dove i cittadini si riunivano per festeggiare insieme.

Albero e Presepe

Anche un altra tradizione ci parla della Svizzera come origine dell’albero di Natale, una tradizione che quindi si spostò anche in Germania.

Ad esempio i tedeschi decoravano l’albero con della frutta secca e delle mela; successivamente l’albero di Natale giunse in nord Italia.

Il Presepe arriva da Assisi, dove San Francesco il giorno della Vigilia creò un vero e proprio Presepe vivente.

In Umbria il Presepe fu allestito direttamente in strada anche per una vicinanza maggiore con i cittadini.

In altre parola ci fu anche una Messa all’aperto in quell’occasione, quando il futuro Santo operò le benedizioni.

Sempre per festeggiare il Natale in Italia troviamo ad esempio il Presepe con le statuine, che risale al 1200.

In quel periodo storico gli scultori realizzavano delle piccole statue di legno che raffiguravano tutti i componenti dell Sacra Famiglia.

In altre parole iniziò una tradizione che poi è cambiata nel tempo conn diversi stili e materiali di realizzazione.

Ad esempio le statuette che erano di legno poi sono state realizzate anche in terracotta.

Continuando nel raccontarvi come si festeggia il Natale in Italia, ci parliamo di una delle figura più tradizionali, che è quella dello zampognaro.

Ad esempio a Roma si inizia a respirare l’atmosfera natalizia quando i pastori iniziano a suonare le zampogne per le strade.

Canzoni di Natale e pranzo

Allo stesso modo nel resto dell’Italia ci sono altre persone che suonano diverse melodie, ma il senso della tradizione è lo stesso.

In altre parole l’intento è quello di favorire un’atmosfera natalizia che diffonda allegria e gioia.

Anche un altro aspetto interessante aspetto sul come si festeggia il Natale in Italia vede la scelta che si fa sul pranzo di Natale o la Cena della Vigilia.

Ad esempio per alcune famiglie la cena è più importante mantre per altre sembra prevalere il pranzo di Natale.

Anche un altro modo per festeggiare prevede un grande cenone alla Vigilia, con il successivo scambio dei regali.

In occasione del Cenone si mangia prevalentemente pesce perchè il 24 Dicembre per le religione cattolica è identico ai venerdi di Quaresima.

Panettone , Pandoro e Torrone

Tra i cibi che non mancano a Natale ci sono i dolci tradizionali come ad esempio il panettone, il pandoro e il torrone.

Prima di tutto troviamo l’immancabile panettone, che ha le sue origini a Milano e si pesa che per la prima volta fu creato nel 1200.

Il panettone fu una realizzazione di un pasticciere di Milano, che per fare una prova realizzò un pane dolce inserendo del burro e dei canditi.

Per questo motivo fu apprezzato dai suoi clienti, che iniziarono a chiamarlo il pane di Toni che era il nome del pasticciere.

In dialetto milanese era “il pan del Ton” per poi diventare il panettone per come lo chiamiamo oggi.

Quando si festeggia il Natale in Italia un altro dei dolci tipici è ad esempio il pandoro, che viene da Verona ma si pensa che si sia mangiato addirittura ai tempi dell’Impero Romano.

Tuttavia la realizzazione del pandoro per come lo conosciamo oggi viene da Domenico Melegatti, che fece il primo brevetto della ricetta originale.

Allo stesso modo troviamo la forma tipica del pandoro, che è una stella che fu realizzata da un pittore dell’epoca.

Per festeggiare al meglio il Natale in Italia si mangia anche un altro dolce della nostra tradizione, che è il Torrone.

Prima di tutto parliamo del processo di realizzazione, che si basa sulla tostatura delle nocciole che si trovano dentro il torrone.

Per quanto riguarda le origini ci sono diverse ipotesi, ma non si è mai riusciti a individuare una data precisa in cui fu realizzato per lal prima volta.

A Benevento i primi torroni

Tuttavia il torrone può essere ricondotto a Benevento e dagli antichi romani, ad esempio il torrone viene nominato in alcuni scritti dell’epoca romana.

Un’altra regione dove troviamo un dolce tipico del Natale è la Liguria; ad esempio parliamo del pandolce genovese.

Pandolce ligure e struffoli campani

Il pandolce genovese viene fato con farina, acqua, uvetta, canditi e pinoli.

Al sud poi in Campania ci sono gli struffoli, che sono delle polpette tonde fatte con una pasta dolce e fritte nell’olio.

Gli struffoli campani sono decorati con della frutta candita e dei confetti; inoltre troviamo anche i mostaccioli, in Puglia che sono i dolci con glassa di zucchero o cioccolato.

Toscana: cantucci e pangiallo

In Toscana c’è il panforte con agrumi canditi, mandorle, miele e farina oppure i cantucci.

Nel Lazio ad esempio troviamo il panpepato che ha un impasto che contiene frutta secca, miele, canditi, uva passa e cioccolato.

Allo stesso modo abbiamo anche il pangiallo, che è una variante del panpepato; in altre parole viene realizzato con l’aggiunta di uova e frutta candita.

Come abbiamo visto, quando si festeggia il Natale in Italia il cibo ha un ruolo primario, non solo per il cibo in sé ma soprattutto per le tradizioni che tramanda.

Natale come apparecchiare la tavola

Allo stesso modo delle tradizioni legate al cibo, troviamo i diversi modi in cui si può apparecchiare la tavola a Natale.

Ad esempio a Natale bisogna curare i piatti e le posate che devono essere presenti per la diverse portate previste.

Pertanto si può iniziare con largo anticipo la scelta dei piatti ma non solo; ad esempio ci sono molte idee per rendere più allegra la tavola apparecchiata.

In altre parole si può aggiungere ad esempio un nastro rosso, dei bicchieri dai colori accesi e decorare anche le sedie.

Infatti lo stasso nastro rosso può essere legato alle sedie sotto varie forme.

Il nastrino rosso si può anche aggiungere al centro tavola accompagnato ad esempio da molti vasetti di prodotti tipici che abbiamo conservato.

Barattoli usati possono essere disposti al centro della tavola per dare colore e creare l’atmosfera giusta.

Ad esempio potete inserire nei barattoli vuoti, dei rametti secchi o delle foglie di vari colori.

Addobbi Natalizi

Inoltre parliamo di come addobbare casa nel migliore dei modi in vista del Natale; ad esempio ci sono diversi stili che si possono realizzare.

In altre parole ci sono sempre nuove idee che ogni anno vengono proposte nel periodi di Natale.

Inoltre possono cambiare gli stili ma la tradizione resta sempre la stessa.

Un’idea che va molto di moda negli ultimi anni è quella dell’albero di natale di colore bianco.

In altre parole perchè si adatta bene a ogni tipi di arredamento; tuttavia è importante trovare i colori giusti per l’ambiente interno della casa.

Ad esempio si possono inserire degli addobbi in legno stile rustico, che danno un senso di calore alla casa.

Allo stesso modo si può addobbare in stile moderno, con molte luci negli ambienti interni della casa.

Addobbi esterni per giardino

A Natale cosi come è importante l’ambiente interno anche la casa può essere abbellita esternamente.

In altre parole si vuole creare quell’effetto luminoso che colpirà chiunque arrivi da fuori.

Prima di tutto non possono mancare le classiche luci luminose, che ad esempio si possono accompagnare alle ghirlande.

Le ghirlande possono essere vere o artificiali a seconda della vostra preferenza e del vostro gusto.

L’ideale sono le strisce luminose che rallegrano il passaggio o ad esempio le stelle di Natale e gli angioletti.

Tornando alle ghirlande poi si possono anche realizzare a mano; ad esempio tagliate dei rami di abete e uniteli con del fil di ferro.

Allo stesso modo potete comprarle già pronte e artificiali perchè sono più resistenti ai segni del tempo.

Inoltre, se avete un portico esterno potete illuminarlo con delle luci di vari colori, creare un’atmosfera giusta in vista del Natale.

Pertanto è importante valutare prima le dimensioni del portico per scegliere la giusta quantità delle zone luminose.

Negli ambienti esterni potete inserire delle lanterne che accenderete di sera oppure dei piccoli alberi per decorare.

Inoltre dovete curare con attenzione l’associazione dei colori.

Ad esempio ci sono degli abbinamenti che funzionano particolarmente bene a seconda dell’effetto che volete ottenere.

Per questo motivo potete scegliere il bianco e il grigio con l’inserimento di rami di abete inseriti in del contenitori vuoti.

Allo stesso modo potete curare uno stile più rustico, con del legno naturale e delle luci chiare.

Natale per famiglie e per single

Anche un altro aspetto del Natale è quello legato ai festeggiamenti che possono essere con la famiglia o da single.

Ad esempio si può festeggiare il Natale con un viaggio insieme a tutta la famiglia; in altra parole si possono scegliere delle mete adatte ai viaggi in famiglia.

Sia in Italia che all’estero, si può scegliere la montagna, dove poter fare delle escursioni; sia al nord che al sud Italia ci sono degli ambienti ideali anche per i bambini.

Inoltre potete affidarvi a delle agenzie di viaggi specializzate che possono organizzare i vostri tour in famiglia.

Ad esempio si possono sfruttare le vacanze di Natale anche per fare dei lunghi viaggi, anche per conservare un bel ricordo.

Natale da single

Sicuramente essere single a Natale non è proprio il massimo della vita; tuttavia ci sono tante soluzioni diverse che si possono trovare.

In altre parole potete viaggiare con più facilità, con viaggi organizzati dalle agenzie che prevedono viaggi per i single.

Potete anche viaggiare con gli amici, ad esempio fare una crociera.

Ad esempio ci sono le isole Canarie, che a Natale sono molto di moda per le molte fonti di intrattenimento e locali notturni.

Inoltre c’è anche Cuba che offre molti divertimenti nel periodo Natalizio.

Se siete da soli o con amici, le capitali europee sono sicuramente una buona meta per voi a Natale.

Parigi, Madrid, Londra o Berlino, dove potete rimanere anche per Capodanno, per festeggiare al meglio le vostre feste natalizie.

Le capitali europee a Natale

Se siete da soli o con amici, le capitali europee sono sicuramente una buona meta per voi a Natale.

Parigi, Madrid, Londra o Berlino, dove potete rimanere anche per Capodanno, per festeggiare al meglio le vostre feste natalizie.

Ognuna delle capitali europee vi offre la possibilità di scoprire un’atmosfera diversa da vivere insieme ai vostri amici.

In quel periodo ci sono molti turisti e l’atmosfera è magica; ad esempio c’è New York che in quel periodo è veramente speciale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.