Tifoso romanista accoltellato a Napoli

“Romano di m****, te ne devi andare di qua, non devi lavorare qua”, è con questa frase che un uomo si è rivolto a un cuoco romano, Federico S., residente a Napoli, prima di accoltellarlo al gluteo. Il fatto è avvenuto lo scorso sabato, poco dopo la mezzanotte.

Il giovane, secondo la ricostruzione fatta dalla polizia, aveva da poco finito il suo turno di lavoro presso un noto albergo napoletano, l’Hotel Romeo in via Vespucci, quando, ormai giunto nelle vicinanze dell’androne del palazzo in cui vive, gli si è avvicinata una figura armata di coltello. La ferita al gluteo è risultata di lieve entità e guaribile in una decina di giorni.

Sulla vicenda indaga la Digos e non si esclude il collegamento con la morte di Ciro Esposito, tifoso napoletano ferito da un ex ultrà della Roma durante gli scontri che hanno preceduto la finale di Coppa Italia e deceduto dopo 53 giorni di agonia. Infatti, il ventisettenne ferito è un tifoso giallorosso, non legato però agli ultrà capitolini.

Per ora non sono emersi particolari che facciano pensare a una vendetta per la morte di Ciro. Altre le ipotesi in campo, come quella di un movente legato al suo lavoro di cuoco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.