CONDIVIDI

L’ultima ricerca proveniente da Harvard e Oxford riguarda il Modafinil, un farmaco che si prescrive per chi è narcolettico.

I ricercatori di queste università avrebbero affermato che tale farmaco sarebbe in grado di migliorare il processo decisionale, la concentrazione e il pensiero creativo di chi lo assume.

Nulla di certo ancora e la suddetta ricerca che va comunque presa con le molle soprattutto per il fatto che si sa davvero poco sugli effetti a lungo termine che questo farmaco può provocare.

Ma sta di fatto che il Modafinil è stata da loro definita una “smart drug”, in cui sarebbero presenti pochi effetti collaterali e una leggerissima dipendenza.
In America sempre più persone assumono il farmaco senza prescrizione medica e senza reale necessità, al solo scopo di migliorare l’attenzione prima di un esame.
La rivista scientifica Nature ha lanciato un sondaggio che ha spiazzato tutti: un lettore su cinque avrebbe assunto farmaci per migliorare la concentrazione, con il 44% di questi che ha scelto proprio il Modafinil.

Uno degli effetti principali che questo farmaco presenta è quella che si definisce “intelligenza fluida”, ovvero la capacità di risolvere i problemi e di pensare in maniera creativa.

Presenterebbe , in parole povere, alcuni Benefici cognitivi rilevanti. Ricordiamo però che ancora non si conoscono bene gli effetti collaterali .
C’è chi sostiene che il Modafinil influirebbe sull’umore, provocando anche nausea, mal di testa e ansia, anche se solo in una piccola parte dei soggetti testati.

 

LEGGI ANCHE LA DROGA PIU’ POTENTE AL MONDO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.