CONDIVIDI

Mischa Barton tra talento e sregolatezza

Tutti la conoscono per il ruolo di Marissa nella serie televisiva The O.C., altri per i suoi molteplici guai legali, solo alcuni vanno oltre tutto questo e riescono a giudicarla per il suo talento di attrice.

Mischa Barton ha coltivato la sua passione per la recitazione fin da piccola. Nata ad Hammersmith, alle porte di Londra, nel 1986, si trasferisce con la famiglia a New York, dove si diploma al Professional Children’s School di Manhattan. Nel frattempo coltiva il sogno di diventare attrice e prende parte a numerosi spettacoli teatrali, come “Twelve Dreams” diretta da James Lapine, e “One Flea Spare” di Naomi Wallace. Ma a lanciarla nel mondo della recitazione è stata la parte in “Slavs!”, scritto da Tony Kushner, dove la sua interpretazione riscuote un grande successo, considerata da molti come una vera rivelazione.

Il debutto in ambito cinematografico arriva nel 1995, nel cortometraggio “Polio Water” di Caroline Kava. A cui fanno seguito piccoli e grandi ruoli in svariati film, tra cui: Un angelo a New York (1996), Lawn Dogs (1997), Pups, Notting Hill (1999), The Sixth Sense – Il sesto senso (1999), Paranoid (2000), L’altra metà dell’amore (2001),Tart (2001).

Dal 2003 al 2006 veste i panni di Marissa Cooper nel telefilm The O.C., che le regala un enorme successo. Fama che le fa perdere un po’ l’orientamento, tanto da finire più volte sulle copertine dei giornali di gossip per situazioni sconvenienti, come l’arresto per guida in stato di ebrezza nel dicembre del 2007. In quell’occasione fu rilasciata dopo il pagamento della cauzione.

I guai e la sua vita sopra le righe non mettono però in discussione il suo talento, così viene scritturata per altri film, come: Closing The Ring (2007), St. Trinian’s (2007), Decameron Pie (2007), Homecoming (2008) e in Walled In (2008).

Recentemente è tornata a far parlare di sé per questioni che vanno oltre la recitazione. Mischa ha infatti portato in tribunale la madre Nuala, che da 20 anni è anche la sua manager, accusandola di averle rubato svariati milioni di dollari nel corso della sua carriera e di essersi appropriata di una mega-villa a Hollywood.

Secondo Mischa, sua madre è una “una persona avida e priva di scrupoli”, che da anni utilizzerebbe il lavoro della figlia per condurre una vita agiata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.