CONDIVIDI

Da ieri sera, lunedì 24 luglio, tutta l’area della periferia nord e l’hinterland di Milano, sono colpite da area irrespirabile a causa di un grosso incendio verificatori a Bruzzano, alla Econova, in un deposito di rifiuti industriali. Sul luogo si è recata subito un’ambulanza in via precauzionale ma nessuno è rimasto intossicato o ferito.

Quali sono le cause dell’incendio?

Al momento le cause dell’incendio che ha colpito l’Econova non sono ancora state accertate ma tra i cittadini si è scatenata la polemica e la preoccupazione: “A Milano non si respira, anche in Città Studi odore di bruciato”. Sul posto hanno lavorato incessantemente tutta la notte quindici squadre di vigili del fuoco, ma non è stato possibile domare completamente l’incendio verificatosi nell’impianto di Via Senigallia. Per precauzione gli abitanti di un palazzo vicino all’area interessata sono stati evacuati e sul posto è intervenuto anche il nucleo Nbcr (nucleare-biologico-chimico-radiologico) dei vigili del fuoco, la polizia locale e la Protezione civile. I residenti hanno però ricordato che “non è la prima volta che succede. Siamo almeno al secondo episodio”.

Le opinioni

Nella tarda serata di ieri è intervenuta sulla vicenda Marco Granelli, assessore alla Mobilità: “Grave incendio alla Econova in via Senigallia a Bruzzano, e non è la prima volta. E’ un impianto di gestione rifiuti autorizzato da Regione Lombardia con il parere contrario del comune di Milano, motivato dalla vicinanza delle abitazioni e delle scuole, ma purtroppo l’ultima parola è della Regione. Ho sentito subito i tecnici del settore ambiente del Comune e domattina (oggi, martedì 25 luglio) faranno gli accertamenti. In più convocherò un incontro urgente con le autorità competenti per vederci chiaro, per capire come evitare episodi di questo tipo e soprattutto far rivalutare la possibilità che impianti del genere siano autorizzati vicino alle abitazioni e alle scuole”. Anche Beatrice Uguccioni, vicepresidente del Consiglio comunale dichiara che è stato folle da parte della Regione, concedere l’autorizzazione all’azienda ad operare in pieno centro urbano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.