CONDIVIDI

Michela Andreozzi tra cinema, tv e teatro

Michela Andreozzi è un’attrice, conduttrice radiofonica e sceneggiatrice italiana. È ora a teatro con lo spettacolo “Maledetto Peter Pan”, e prossimamente nelle sale con “Ti sposo ma non troppo”, “Pane e Burlesque e “Fratelli Unici”.

Dopo il debutto accanto a Gianni Boncompagni nella redazione di varietà come Domenica In e Non è la RAI, per il quale incide anche alcune canzoni poi cantate dalla ragazze, nel 1996 forma il duo comico Gretel & Gretel con Francesca Zanni e partecipa a vari programmi televisivi: La posta del cuore, Zelig – Facciamo cabaret, Crazy Camera, Telerentola, Telenauta ’69, Quelli che lo smoking è di rigore e Quelli che il calcio. Insieme conducono anche due edizioni di Bigodini, per poi separarsi nel 2002. È sceneggiatrice del telefilm Via Zanardi 33 e di vari programmi, tra cui: “Due sul divano”, “Assolo”, “Cuork”, “Ottovolante”, “Del nostro meglio”, “www punto G”, “Il cammello” e “Fuorionda”. Dopo piccole parti in alcuni telefilm, ottiene i primi ruoli di spessore in note serie tv come La squadra7 viteDistretto di polizia 9Distretto di polizia 10 Distretto di polizia 11.

Nel 2010 arriva il debutto al cinema con Basilicata coast to coast, regia di Rocco Papaleo. A cui fanno seguito altre pellicole: Finalmente la felicità (2011 – regia di Leonardo Pieraccioni), Nessuno mi può giudicare (2011 – regia di Massimiliano Bruno), Com’è bello far l’amore (2012 – regia di Fausto Brizzi), Stai lontana da me (2013 – regia di Alessio Maria Federici), Tutta colpa di Freud (2014 regia di Paolo Genovese). Conduttrice nel programma radiofonico “Brave ragazze” insieme a Federica Gentile.

 

Michela Andreozzi teatro e cinema

Diversi gli spettacoli teatrali a cui ha brillantemente preso parte: “Dov’è finita Cenerentola?”, “Dramma della gelosia”, “Punto e a capo”, “Nemici di casa”, “Perché non rimani a colazione?”, “A cuore aperto”, “L’inquilina del piano di sopra”, “A letto dopo Carosello”. Non solo attrice ma anche autrice.

Versione italiana del fumetto francese “Le Demon de Midi”, è uno spettacolo che tratta in maniera comica un argomento noto a tutti: le corna. Ma non corna qualsiasi, bensì quelle generate dalla cosiddetta di Sindrome di Peter Pan, la “crisi di mezza età” che colpisce il mondo maschile. È a metà strada tra una commedia e un monologo, in cui la protagonista porta in scena tutti i personaggi “Sono circa venti, e ci sono solo io ad interpretarli – ha dichiarato l’attrice a Leggo – E’ uno spettacolo low cost, ma non low profile. E’ molto divertente, e per me è anche un bellissimo allenamento.” Lo spettacolo sarà in scena dal 25 al 30 marzo al Teatro Sala Umberto di Roma. “Il ruolo che mi diverto di più a interpretare è l’amante di lui, che ne ha scelto una giovanissima, che è una classica cretina bionda, svenevole, completamente sgrammaticata. La moglie del personaggio maschile la definisce come ‘una che per leggere Fabio Volo ha bisogno del dizionario’”, ha raccontato Michela nel corso di un intervista a Vanity Fair.

È un periodo ricco di lavoro anche sul versante cinema: un film in uscita e due di cui si sono appena concluse le riprese. Il prossimo 17 aprile uscirà Ti sposo ma non troppo di Gabriele Pignotta, in cui Michela interpreta la migliore amica di Vanessa Incontrada “Un ruolo molto divertente”. Ha poi da poco finito di girare: Pane e Burlesque (di cui è anche la co-sceneggiatrice), in cui veste i panni di una sarta senza lavoro, moglie di un cassaintegrato che non la desidera più “E’ stato molto impegnativo. Ma non vedo l’ora che esca, è stato un lavoro importantissimo della mia vita”; e Figli Unici, con Luca Argentero e Raoul Bova, in cui interpreta l’amante di Argentero.

andreozzi michela

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.