CONDIVIDI

Meches  nuovo look capelli

Se avete voglia di trasformare un po’ il vostro look senza però rivoluzionarlo troppo, allora le meches sono quello che fa per voi.

Se i vostri capelli sono spenti e un po’ monotoni, le meches sono perfette per donare un tocco di colore e lucentezza in più alla vostra chioma. 

Rivolgersi ad un professionista in questi casi sarebbe la cosa migliore, ma se non volete spendere troppo, allora potrete cerare le vostre meches anche da sole a casa vostra

Dunque armatevi di pazienza e buona volontà e leggete bene come fare.

Fare le meches con carta stagnola o cuffia

Vediamo come iniziare il procedimento a casa da sole. Se volete delle meches più larghe ed evidenti, potete utilizzare la carta stagnola; al contrario se le preferite meno vistose allora è consigliabile l‘utilizzo della cuffia.

Quest’ultima è particolarmente adatta anche per chi ha i capelli corti. Ecco quello che vi occorre per realizzarle:

  • guanti in plastica
  • una ciotola con una spatola
  • un pennello sottile, meglio se professionale così che perda le setole, o uncino se userete la cuffia
  • carta stagnola o una cuffia per capelli
  • pettine
  • polvere decolorante, che trovate in farmacia e in profumeria
  • ossigeno in crema, da scegliere tra i 10 e i 40 volumi, anche questo in vendita sia nelle farmacie che nelle profumerie

Dopo aver scelto che tipo di meches volete, dovrete scegliere i volumi dell’ossigeno. Questo dipende dal contrasto che cercate rispetto ai vostri capelli naturali.

Se ad esempio siete more e volete delle meches bionde, allora servono 40 volumi. Se i vostri capelli invece sono castani, allora optate per 30 volumi. 

Mentre se siete già bionde, e volete creare solo dei colpi di luce, allora vi basteranno anche 10 0 20 volumi. 

Procedimento

Iniziate col lavarvi bene i capelli e districarli da possibili nodi. Dopo averli lavati non asciugateli con il phon, ma tamponateli solo con un asciugamano. 

Indossate quindi i guanti di plastica, e cominciate ad amalgamare nella ciotola la polvere colorante con l’ossigeno. 

Adesso applicate col pennello il composto sulle ciocche di capelli che volete decolorare e proteggetele subito con la carta stagnola. 

Siate il più precise possibile, in modo da non sporcare di tintura anche i restanti capelli. 

Se invece utilizzate la cuffia, allora dopo averla indossata, dovrete far uscire fuori, con l’aiuto di un uncinetto magari, tanti piccoli ciuffetti di capelli. Fatto ciò potrete cominciare a decolorarli. 

Se non volete le meches troppo fitte, allora uscite un ciuffetto di capelli ogni due o tre fori. 

Lasciate la capigliatura in posa per circa 20 minuti, trascorsi i quali potrete risciacquarvi abbondantemente la testa sotto l’acqua corrente. Dovrete essere sicure di aver eliminato tutto il prodotto. 

A lavaggio compiuto, tamponate con l’asciugamano e applicate un po’ di shampoo sulle ciocche decolorate, vi servirà a sfilare la cuffia senza sentire dolore.

Dopo lo shampoo, applicate anche del balsamo o una maschera nutriente e ristrutturante. Risciacquate bene e procedete con la messa in piega.

Come mantenere le meches senza rovinare i capelli

Dopo aver fatto le meches è importante fare in modo che i capelli non si rovinino, dato che la decolorazione apre le squame del capello e lo rende più fragile.

Non dimenticarti, quindi, di applicare una maschera ristrutturante almeno una volta alla settimana e di proteggere i capelli con spray appositi se usi piastre e ferri e di non esagerare con eventuali altri trattamenti chimici.

Consigli utili

Per ottenere un risultato come dal parrucchiere ricordatevi di non allontanarvi troppo dal vostro colore base di capelli, altrimenti lo stacco sarebbe troppo evidente e il risultato finale poco gradevole da ammirare. Occhio anche a precedenti colorazioni, che potrebbero falsare la vostra tinta finale.

Infine scegliete sempre dei prodotti certificati e non troppo stravaganti. 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.