CONDIVIDI

Matteo Salvini ministro dell’interno

Il governo Conte ha preso ufficialmente il via il 1° giugno 2018, e Matteo Salvini oltre oltre ad essere il vicepresidente del consiglio è anche il ministro dell’interno. Allora conosciamo meglio questo politico italiano.

Salvini è nato a Milano il 9 marzo 1973, e già alla giovane età di 17 anni decide di iscriversi alla Lega Nord. Dopo essersi diplomato al liceo classico, decide di iscriversi alla facoltà alla Facoltà di storia dell’Università Statale. Purtroppo però non arriverà mai a concludere il suo percorso universitario. 

Comincia quindi a lavorare facendo consegne di pizza a domicilio. Lavora anche presso un fast food di Milano in modo da potersi gli studi (che poi abbandona) e le vacanze. 

Carriera politica negli anni 90

Nel 1993 inizia la sua carriera nella politica, infatti viene eletto consigliere comunale di Milano, e nel 1994 diventa anche responsabile cittadino del Movimento Giovani Padani; carica che mantiene fino al 1997. Questo è l’anno delle elezioni per il Parlamento della Padania, e Salvini ne diventa capolista. 

Salvini concorre a queste elezioni assieme assieme alla corrente Comunisti Padani, che però riesce a guadagnare solo 5 seggi su un totale di oltre 200. 

Sempre nel corso di quest’anno Salvini incomincia anche a lavorare come giornalista diventando così cronista per il quotidiano La Padania

Nel 1998 diventa invece Segretario provinciale della Lega Nord a Milano, e l’anno successivo diviene anche direttore Radio Padania Libera, un’emittente radiofonica leghista. 

Nel 1999 divenne protagonista di un fatto tutt’oggi ancora ricordato. Durante una visita ufficiale di Carlo Azeglio Ciampi, che allora era Presidente della Repubblica a Palazzo Marino, Salvini si rifiutò di stringere la mano al titolare del Quirinale, in quanto non si sentiva rappresentato da lui.

Carriera politica negli anni 2000

Nel 2004 Salvini abbandona la carica di Segretario provinciale della Lega per diventare deputato in Parlamento Europeo. In questo frangente Salvini ottiene quasi 14 mila preferenze, e viene così eletto nella circoscrizione nord-ovest per la lista della Lega Nord, dopo che Umberto Bossi decise di rinunciare perché preferì la circoscrizione nord-est.

Salvini sceglie come assistente parlamentare Franco Bossi, fratello proprio di Umberto, rimanendo a Strasburgo per due anni. Qui Salvini è membro della Commissione per la Cultura e l’Educazione e sostituto per la Commissione per l’Ambiente, la Salute Pubblica e la Sicurezza Alimentare.

Ma non solo perché è anche membro Delegazione per la Commissione Parlamentare Congiunta tra Unione Europea e Cile.

Nel 2006 Salvini viene però riconfermato Consigliere comunale a Milano, e lascia la carica di Strasburgo venendo sostituito da Paolo Gobbo

Nello stesso periodo, Salvini ottiene anche la carica di capogruppo leghista in consiglio comunale così viene nominato vice-segretario nazionale della Lega Lombarda.

Viene poi eletto deputato alle elezioni politiche del 2008 nella circoscrizione Lombardia. Salvini però lascia Montecitorio già l’anno dopo perché viene nuovamente eletto al Parlamento Europeo. 

Durante questi anni Salvini è anche protagonista di alcuni eventi controversi. Nel 2009 per esempio in occasione della festa di Pontia, viene ripreso dalle telecamere mentre canta un coro al quanto offensivo contro i napoletani. 

Questa sua azione suscita una disapprovazione generale da parte dei suoi colleghi politici sia di destra che di sinistra. Successivamente Salvini si scusa per quanto accaduto e si giustifica affermando che i canti intonati erano dei semplici cori da stadio, e prova cosi a minimizzare la vicenda. 

Pochi mesi dopo questo spiacevole accaduto, Salvini si scaglia contro l’arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi, parlando di lui come una persona lontana dal sentimento collettivo incapace di vedere nei rom la causa principale di moltissimi problemi. 

Carriera politica negli anni 2010

Nel 2012 Salvini lascia il consiglio comunale milanese perché viene eletto nuovo segretario della Lega Lombarda. Durante le elezioni politiche dei 2013 si ricandida al Parlamento italiano e viene eletto.

Purtroppo però cessa il mandato il primo giorno della legislatura e quindi viene sostituito da Marco Rondini così da poter mantenere l’incarico di europarlamentare. 

A Strasburgo Salvini è membro è membro della Delegazione per le relazioni con l’India, della Commissione per il Mercato Interno e la Protezione dei Consumatori e della Delegazione per le relazioni con la penisola coreana.

È anche che sostituto nella Commissione per il Commercio Internazionale, nella Delegazione per le relazioni con il Sud Africa e nella Delegazione per le relazioni con il Canada.

Nel settembre del 2013 Salvini insieme ad altro politici, della Lega, diventano i protagonisti di un sit-in per sostenere gli operai di sette fabbriche del Nord Italia che sono impossibilitati a lavorare a causa del sequestro dell’Ilva di Taranto. 

Sempre durante questo periodo, si candida come nuovo segretario della lega in sostituzione di Roberto Maroni, e ottiene la carica con l’82% dei voti, battendo così il rivale Umberto Bossi.

Il 2018: la svolta politica

Salvini si presenta alle elezioni politiche del 4 marzo 2018, e cambia nome al suo partito che da Lega Nord diventa solo Lega.

I risultati elettorali sono ottimi e la Lega diventa così il primo partito di coalizione di centro-destra. Insieme a Forza Italia e Fratelli d’Italia il partito di Salvini riesce a conquistare anche le elezioni per la presidenza della Regione Lombardia con Attilio Fontana.

Dopo più di 80 giorni dalla vittoria alle elezioni, il 1° giugno si arriva finalmente alla conformazione del nuovo governo, la cui nascita è affidata all’accordo tra Lega e Movimento 5 Stelle. 

Il nuovo Governo nasce sotto la presidenza di Giuseppe Conte, che è stato proposto proprio dai due Leader dei partiti firmatari Matteo Salvini e Luigi Di Maio

In questa nuova formazione, sia Salvini che Di Maio ricoprono la carica vice presidente del Consiglio dei ministri. A Salvini poi è stato assegnato l’incarico di Ministro degli interni

Vita privata

Salvini si sposa nel 2003 con la giornalista Fabrizia Ieluzzi, e la coppia mette al mondo un figlio: Federico.

Il matrimonio però naufraga, e dopo aver divorziato dalla moglie, Salvini va a convivere con una nuova compagna: Giulia Martinelle, che lo rende padre per la seconda volta di Mirta. 

Anche questo rapporto però non è destinato a durare, e all’inizio del 2015 la rivista Novella 2000 svela la storia d’amore che è nata tra Salvini ed Elisa Isoardi. I due in seguito confermeranno la loro storia. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.