CONDIVIDI

Secondo alcuni dati relativi al 2012 c’è una cosa a cui gli italiani non rinuncerebbero per nessuna ragione al mondo, nonostante il periodo di crisi: il viaggio di nozze! È quanto emerge dai dati registrati e diffusi da CartOrange, viaggi su misura. “Il viaggio di nozze è per molti ‘il’ viaggio, quello in cui si investono soldi e aspettative, e quello a cui non si rinuncia nonostante tutto” afferma Gianpaolo Romano, amministratore delegato di CartOrange.

Per questo motivo, sta diventando un’usanza sempre più diffusa fare la lista nozze in agenzia turistica: niente lavatrici, vasi, servizio in porcellana ma una quota per permettere agli sposi di organizzare la loro luna di miele. Stando ai dati diffusi da CartOrange, opterebbe per questa scelta il 50% delle coppie.

“Si fanno regalare escursioni in luoghi esotici o voli aerei o semplicemente chiedono una quota per pagare il viaggio. La maggioranza si rivolge a consulenti di viaggio” aggiunge Romano.

Complice di questo vero e proprio boom anche il fatto che oggi la maggior parte delle coppie che decidono di convolare a nozze convivono già da tempo, se prima la lista nozze era un modo per avere il necessario per “mettere su casa”, ora questa esigenza non c’è praticamente più, e invece di far spendere soldi in qualcosa di superfluo, si preferisce chiedere agli invitati un contributo per ciò che occupa un posto importante e significativo nel matrimonio.

Tra le mete più gettonate nel 2012, il primo posto è occupato dagli Stati Uniti.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.