Le mascherine risultano essere un oggetto ormai indispensabile per limitare i contagi da Covid.

Tuttavia, quelle chirurgiche sono usa e getta. Ciò significa che dopo un tot di ore dovrebbero essere buttate e sostituite. Tale caratteristica, non le rende di certo la scelta migliore, anche perché sono inquinanti e non tutelano l’ambiente.

Per porre rimedio a tale problema, si è pensato alla realizzazione di mascherine lavabili e riutilizzabili, come ad esempio quelle in canapa.

L’idea nasce da un’azienda italiana, chiamata Maeko. Essa è specializzata in tessuti naturali e proprio recentemente, ha iniziato a produrre queste mascherine del tutto innovative. A differenza di quelle in cotone, hanno un effetto battericida.

Come gesto di solidarietà, l’azienda le ha inviate gratuitamente al policlinico di Cagliari. Ecco il post in merito, pubblicato sulla loro pagina ufficiale Facebook:

“Oggi sono state distribuite altre mascherine al Policlinico di Cagliari! Il nuovo modello perfezionato da Bruno e Maria è stato accolto con gran successo e sono tutti contentissimi. Ora le mascherine hanno uno strato interno di nylon che le rende impermeabili! Sono sempre, lavabili all’infinito o sin che non si rompono. Inoltre, sono assolutamente ecologiche perché gli strati sono separabili. Quando arriverà il momento di buttarle via perché strappate o altro… il rifiuto sarà differenziabile. SIA IL TESSUTO DI CANAPA CHE IL NYLON SONO RICICLABILI …MAEKO PENSA ALL’AMBIENTE!”

Tra l’altro, come indicato da loro stessi, le mascherine sono 100% made in Italy. Non utilizzano sostanze chimiche ma solo naturali. Ma non è tutto. Valgono esattamente quanto quelle realizzate homemade (chirurgiche in tessuto) e costituite da tessuti in fibre bio. Sono prodotte ai sensi dell’art. 16, comma 2, del D.L. 18/2020 “Cura Italia” del 17/03/2020.

Mascherine Made in Italy

Come vi abbiamo già accennato in precedenza, le mascherine in canapa sono lavabili e riutilizzabili.

Si possono trovare anche in bamboo e risultano essere idonee a tutti. Specialmente a chi svolge una professione che lo costringe a trascorrere molto tempo con il pubblico. E ci teniamo a ribadire che sono al 100% Made in Italy: insomma, un modo anche per elevare l’eccellenza tessile del nostro Paese.

A tal proposito, l’azienda ha scritto in un post su Facebook le seguenti parole:

Le nostre mascherine in tessuto naturale sono un prodotto artigianale made in Italy, sono state realizzate senza l’uso di alcuna sostanza chimica impermeabilizzante. L’impermeabilità è fornita dallo strato di Nylon inserito tra i due strati di tessuto antibatterico.

“Le nostre Mascherine hanno la stessa valenza di quelle fatte in casa o chirurgiche in tessuto non tessuto. Maeko ha puntato sulla Filatura con la ferma intenzione di chiudere il cerchio ed operare a 360° tra i servizi di filatura, tessitura e tintoria. Specializzata in filatura pettinata a taglio laniero. Essa affonda le sue radici nel territorio ed ha una storia di famiglia legata al tessile che va indietro di tre generazioni”.

E continuano dicendo:

Grazie alla manifattura creiamo per i nostri clienti filati su misura utilizzando blend personalizzati perfetti per realizzare progetti tessile ad hoc e per ogni esigenza tecnica di stile o filosofia. In linea con il nostro credo le fibre che ricerchiamo ed utilizziamo per produrre i nostri filati hanno tutte una storia che parla di rispetto di ambiente ed etica del lavoro.

Creare filato in Italia significa anche dargli una origine preferenziale Italia, un valore aggiunto che conferisce al progetto finale quel sapore che parla di storia ed artigianato di cui il Made in Italy ne è portabandiera”.

Insomma, non si può chiedere di meglio. Tra l’altro, stando alle recensioni sembrerebbe proprio che le mascherine in canapa di Maeko stiano avendo un successo esorbitante. Infatti, risultano spesso sold out pur producendole in grandi quantità!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.