A causa del Covid-19, la nostra quotidianità ha subito grandi cambiamenti. 

Basti pensare al fatto di dover portare le mascherine, ogni qualvolta che si entra in un luogo chiuso o ci si reca in posti affollati. 

Esse sono diventate essenziali come strumento per ridurre le probabilità di contagio. Tuttavia, c’è chi sostiene che possano provocare una serie di danni al nostro organismo

Negli ultimi giorni si sta parlando moltissimo di questo fatto e si sono già creati degli schieramenti. 

Ad esempio, c’è chi pensa che si tratti di una fake news (visto che se ne sentono ormai di tutti i colori). Oppure chi concorda pienamente con questa teoria e che bisognerebbe prestare maggiore attenzione.

Insomma, le mascherine come danno alla salute sta diventando un argomento sempre più acceso, in particolar modo sul web. Tipo su Facebook, social in cui regnano dibattiti di ogni genere: la gente non si limita a dei semplici commenti ma tende ad insultarsi reciprocamente.

Il motivo risiede nel fatto che molti credono di saperne una in più rispetto ai virologi e ai dottori. In realtà, non hanno una minima esperienza nel settore, sollevando polveroni inutili.

Ma a questo punto ci si chiede: perché le mascherine dovrebbero essere nocive per il nostro corpo?

Scopriamone di più!

Mascherine e ipercapnia

Negli ultimi giorni diverse persone stanno sostenendo che le mascherine siano dannose.

Questo perché impedisce di respirare liberamente, anzi: ci porta ad inalare la nostra stessa aria. Di conseguenza ciò potrebbe portare all’ipercapnia.

Con tale termine si fa riferimento ad una presenza eccessiva di anidride carbonica, causata da una scorretta ventilazione alveolare.

Di conseguenza, si può andare incontro ad una serie di sintomi, quali:

  • Tachicardia
  • Difficoltà respiratoria
  • Stato confusionale
  • Attacchi d’ansia
  • Sudorazione eccessiva
  • Spasmi muscolari
  • Attacchi di panico

E tanto altro ancora…

In rari casi, un aumento anomalo dell’anidride carbonica nel sangue può portare alla morte.

Pertanto, associare le mascherine all’ipercapnia risulta essere un’accusa alquanto pesante e che è stata prontamente smentita da alcuni medici esperti nel settore.

Mascherine danni alla salute

Vista la sintomatologia annessa all’ipercapnia, ci viene da ipotizzare che le mascherine possano causare danni alla salute.

Inoltre, c’è chi crede che siano diventate ormai inutili. Il motivo risiede nel fatto che i contagi da Coronavirus stanno diminuendo sempre di più: pertanto, indossare la mascherina non è necessario ma solo controproducente per se stessi.

Tuttavia, ci sono varie teorie discordanti. Infatti, c’è chi smentisce, che affermando la quantità di anidride carbonica trattenuta dalle mascherine, non porta gravi problemi. Una volta inalata, contribuisce in maniera minima sul nostro sistema respiratorio e c’è comunque un regolare cambio d’aria… non c’è nulla di cui preoccuparsi.

In termini egoistici, è vero che portare la mascherina per tanto tempo possa farci respirare un’aria “cattiva”. Dall’altra parte però, bisogna tener conto della situazione che stiamo vivendo: non possiamo permetterci di tornare alla fase 1.

Mascherine danni alla pelle

Oltre ai possibili danni alla salute, le mascherine potrebbero incrementare i problemi alla pelle.

Infatti, negli ultimi giorni si sta parlando molto dell’allarme “maskne”, vale a dire l’acne da mascherina.

Questo perché a forza di indossarla, aumentano i rischi di impurità. Specialmente per chi soffre già di pelle grassa, le mascherina sembrerebbe dare il colpo di grazia.

A confermare il tutto ci pensa il dermatologo Dr Faheem Latheef, il quale ha dichiarato:

“Con la pandemia da Covid-19i livelli di stress hanno fatto aumentare le eruzioni acneiche e altre problematiche della pelle, lì dove questa è occlusa dalle mascherine che abbiamo iniziato a usare durante la pandemia”.

Pertanto, si consiglia di indossarle solo quando necessario ed allo stesso tempo riciclarle il meno possibile. A tutto questo, bisogna aggiungere una regolare skincare e una corretta alimentazione.

Mascherine quando portarle

Dinanzi a tale dibattito, crediamo che la verità stia nel mezzo.

E’ sbagliato abolirle del tutto: ciò comporterebbe un nuovo picco di contagi. Dall’altra parte però, bisogna tener conto del proprio stato di salute, cercando di respirare più ossigeno che anidride carbonica.

La soluzione è alquanto semplice: basta indossare la mascherina solo quando è necessario. Qui entra in gioco il nostro buonsenso ma soprattutto l’intelligenza.

Ormai sono mesi che i media e il web ci bombardano di notizie su quando e dove mettere la mascherina… Di conseguenza, sappiamo benissimo che va indossata principalmente nei luoghi chiusi, ad esempio:

  • Supermercati
  • Uffici
  • Negozi
  • Scuole
  • Centri commerciali
  • Posti molto affollati

Al contrario, nel momento in cui ci si trova in un luogo aperto (parco, bosco, spiaggia) non va per forza indossata. E’ ovvio che se doveste sospettare di essere infetti, allora la mascherina diventa obbligatoria, per evitare di contagiare chi vi circonda.

Secondo quando riportato dal Ministero della Salute:

“Si raccomanda di indossare una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo Coronavirus e presenti sintomi quali tosse o starnuti o se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo Coronavirus.

Tuttavia, l’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani.

Infatti, è possibile che l’uso delle mascherine possa addirittura aumentare il rischio di infezione a causa di un falso senso di sicurezza e di un maggiore contatto tra mani, bocca e occhi. Inoltre, non è utile indossare più mascherine sovrapposte. ”.

Mascherine come si indossano

Oltre a saper riconoscere quando portare le mascherine, è fondamentale capire come indossarle.

A tal proposito, sempre secondo il Ministero della Salute, le regole da seguire sono:

Prima di indossare la mascherina, lavati le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica

Dopodiché, copri la bocca e il naso con la mascherina assicurandoti che sia integra e che aderisca bene al volto. Inoltre, evita di toccare la mascherina mentre la indossi, se la tocchi, lavati le mani.

Nel momento in cui diventa umida, sostituiscila con una nuova e non riutilizzarla (poiché sono maschere mono uso). Infine, togli la mascherina prendendola dall’elastico e non toccare la parte anteriore della mascherina. Poi, gettala subito in un sacchetto chiuso e lavati le mani.

In conclusione

Insomma, le mascherine potrebbero provocare danni all’organismo solo se ne si fa un uso scorretto.

Tutto sta nel buon senso. Inoltre, cerchiamo di agire in maniera intelligente evitando assembramenti ma soprattutto di recarci nei luoghi chiusi quando non risulta necessario.

Per esempio, è preferibile fare la spesa con poca frequenza. Magari prima ci capitava di andare ad acquistare qualcosa quotidianamente, con la scusa di incontrare gente e fare una passeggiata.

Adesso, bisogna fare un piccolo sacrificio e cercare di stare all’aria aperta il più possibile, dove il virus riesce a disperdersi con più facilità.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.