maschera trasparente cos'è e come funziona

Manca sempre meno tempo alla riapertura delle scuole.

Nonostante ciò, i dubbi che restano a causa del Covid sono davvero tanti. Tuttavia, si sta pensando anche ad una serie di innovazioni, studiate ad hoc per alunni ed insegnanti, come ad esempio la maschera trasparente.

Quest’ultima potrebbe essere una svolta sensazionale. A livello estetico, è molto simile a quella chirurgica, soltanto che rende la bocca visibile. Ovviamente, si utilizza un materiale particolare che rende la mascherina sicura, evitando così i rischi di contagio.

Maschera trasparente: come funziona

Al momento l’idea di introdurre la maschera trasparente nelle scuole è in fase di lavorazione.

Questo perché prima di dare il via alla libera circolazione del prodotto, è importante che se ne certifichi l’autenticità.

A tal proposito, il coordinatore del Cts Agostino Miozzo ha commentato:
“Stiamo valutando le caratteristiche delle mascherine trasparenti per gli operatori delle scuole materne e dei nidi”.

Se l’esperimento dovesse andare a buon fine, si potrebbe anche pensare di introdurre queste mascherine nelle scuole elementari, medie e superiori. Ma a che pro?

I vantaggi di tale strumento risultano essere ovvi. Infatti, se i professori dovessero utilizzare delle mascherine trasparenti durante le lezioni, risulterebbero più semplici da comprendere. Tra l’altro, tale caratteristica va incontro a tutti coloro che hanno deficit di udito. Per i bambini sordo-muti sarebbe la soluzione più semplice per capire il linguaggio ed apprendere la lezione.

Senza contare il fatto che tramite le mascherine trasparenti, sarà possibile captare al meglio le espressioni degli insegnanti. Questo perché non è sempre semplice capire le loro intenzioni da un semplice sguardo.

Ma non è tutto. Per quanto riguarda il discorso generico delle misure precauzionali, si sta parlando anche delle cosiddette “mascherine di comunità“.
Come indicato da Arcuri, è probabile che i bambini possano andare a scuola con una mascherina in tessuto, portata da casa.

In alternativa, lo Stato sta provvedendo per l’invio di oltre 11 milioni di mascherine al giorno, così da garantire la sicurezza ad ogni singolo bambino ed insegnante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.