CONDIVIDI

“Non mi offende fare programmi nazionalpopolari, mi lusinga. Chi mi  critica è snob, miope” ha dichiarato Maria De Filippi in un’intervista recentemente rilasciata a Visto.

“La tv non era nei miei piani, davanti a casa mia c’era un benzinaio e spesso stavo con lui. Pensavo che quel mestiere fosse fonte di grandi guadagni, il suo portafogli era sempre pieno di banconote – racconta – Poi ho conosciuto Maurizio Costanzo al Festival di Venezia, mi ha proposto di venire a Roma a lavorare con lui. Mi ha insegnato molto, ma non mi ha mai forzato di assomigliare a lui.”

I tronisti non le piacciono, stravede invece per i ragazzi di Amici Uomini e donne non va giù a  nessuno, ma non hanno mai cercato di capire il tronista da un punto di vista sociologico. Il tronista non piace neanche a me, ma evito di pensare continuamente che sono meglio di lui. Sono pazza dei ragazzi di Amici, vorrei essere come loro, non accettano sfumature: sono bianchi o neri, o ti amano o ti odiano. Ogni volta che si apre il led mi sento svenire per l’emozione.”

Con alcuni di loro c’è un legame speciale Emma Marrone, Pierdavide Carone, Alessandra Amoroso, Valerio Scanu e Marco Carta hanno cercato questo rapporto. Fin dall’inizio si sono posti nei miei confronti in modo paritario. Non venivano da me solo perché sono “la De Filippi” e potevo aiutarli. Per questo con loro ho vissuto i pianti, le crisi, le difficoltà. Seguo il loro lavoro, rompo le scatole perché abbiano i produttori giusti, non voglio che vengano sfruttati.”

 

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.