Maria De Filippi ha recentemente rilasciato un’intervista a Vanity Fair, nel corso della quale ha parlato del suo passato ma anche di Amici e di tanto altro. Scopriamo insieme i passi più interessanti.

La conduttrice di canale 5 ha raccontato di aver preso la decisione di seguire personalmente i ragazzi, per evitare che venissero “usati” dalla case discografiche “Ho visto i discografici lavorare male con i ragazzi che alla fine mi sono imposta di seguirli io, personalmente. Li prendevano, li usavano per un paio di mesi e poi li mandavano a casa con un calcio nel culo.”

Il pensiero non può non andare a quello che successe tempo fa con il primo vincitore di Amici, allora Saranno Famosi, Dennis Fantina “Sui giornali mi dipinsero come la stronza che crea illusioni. Lui stesso, poi, mi ha dato la colpa del suo fallimento ma io non mi sono sentita in colpa: semplicemente mi sono detta che la storia non doveva ripetersi. Ecco perché oggi cerco di dare ai ragazzi buoni consigli anche contro la volontà delle loro case discografiche. E loro, sapendo che non ho interessi economici, si fidano di me. Non prendo un euro dai loro prodotti discografici e, finché lo vorranno, io per loro ci sarò. Per me è troppo importante che non finiscano male: non voglio più leggere che li ho mollati.

Difende a spada tratta i suoi ragazzi “Non capisco perché i ragazzi di X Factor passino per fenomeni e quelli di Amici per coglioni, quando i dati delle vendite dimostrano che sono tutto fuorché cretini. Se da domani trasformassi Uomini e Donne e lo facessi identico a In mezz’ora di Lucia Annunziata tutti continuerebbero a scrivere di tronisti. Ho avuto Vecchioni ad Amici e Fassino a C’è posta per te, sono stati sommersi di critiche per aver accettato. E perché? E perché invece Travaglio, che fa anche spettacoli teatrali e avrebbe potuto benissimo giudicare i ragazzi, ha detto no al mio invito? Io non ho pregiudizi, gli altri forse.”

È orgogliosa di tutte le sue creature, in particolare di “Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Annalisa Scarrone, Pierdavide Carone, Marco Carta: sono in tanti. Mi è spiaciuto che ad Amici Valerio Scanu e Virginio Simonelli siano stati eliminati.”

Mancano ormai poche ore alla semifinale di Amici dall’Arena di Verona “Maurizio mi ha detto che sarò distratta dal pubblico e finirò per pensare meno a quelli che stanno a casa. Che urlerò e diventerò fastidiosa. Temo che abbia ragione.”

9 COMMENTI

  1. ciao Maria sei grande…ma mi è dispiaciuto un po' che tra i tuoi preferiti non ci sia Antonino Spadaccino, per me oltre alle ragazze è il migliore meriterebbe molto di più secondo me ha una voce straordinaria, perchè Marco Carta?( anche se non mi dispiace) Vabbè ognuno ha i suoi gusti ma non c'è paragone davvero

  2. credo ke l'unica donna del mondo dello spettacolo e televisiva … alla quale non ci si può dire nulla è proprio lei : maria de fiippi… l'unica ke contro tutto e tutti crede e continua a fidarsi dei giovani… di noi giovani ke a volte incoscientemente prendiamo modelli e strade sbagliate ! nonostante i suoi programmi " alcuni anke contestati" lei non si abbatte e continua a mantenere e difendere la sua linea d pensiero " criticabile x ki non vuol capire o x ki si ferma in superficie" ma ammirevole e rispettoso x gente come me…ke crede in lei , nel suo lavoro e in me stessa !

    • proporre come modellii tronisti incolti e vacui, il cui unico scopo nella vita sembra essere quello di accoppiarsi e fare serate in disco, i cui valori etici e morali sono riassumibili in: soldi, bellezza fisica, notorietà e fancazzismo, non mi pare proprio un'opera benevola verso i giovani. per non parlare di Amici, in cui da anni viene premiata la presunzione, la volgarità, la mancanza di rispetto verso gli insegnanti, lo scarso impegno, e la compassione che si riesce a suscitare nel pubblico (vedi: valerio scanu e marco carta). considerare quei quattro raccomandati di Amici degli artisti è un malinteso intollerabile, e questo proposito vi invito ad entrare dentro un conservatorio o un'accademia di danza (in cui alcuni comportamenti non sono minimamente tollerati, tipo dare del fallito ad un insegnante). però noto con piacere che maria de filippi è riuscita perfettamente nell'unica missione che si era preposta: farvi diventare dei deficienti anestetizzati e rincoglioniti dalla televisione. brava maria. siamo tutti con te.

    • grazie a DIO e x fortuna non tutti siamo immersi nella miskia d imitare o prendere come modello gli elementi ke hai appena elencato e citato tu… nel mondo , nella vitaa..x fortuna e lo tengo a sottolineare non siamo tutti uguali..non ragioniamo tutti allo stesso modo e non ci limitiamo alla via più facile… io rispetto il tuo pensiero pur non condividendolo…xkè in un paese come il nostro " democratico" , forse , si ha la stravagante libertà di pensiero e di parola. . . mi dispiace solo ke dopo tutto quello ke hai fortemente sostenuto nel tuo commento non sei riuscita a "interpretare" il mio d pensiero verso la signora de filippi… ke nonostante tutto e tutti il mio pensiero su questa "grande persona" non si limita ai programmi o ai personaggi alle quali da opportunità di fama e successo… ma al suo parlare in silenzio…e leggendo il suo libro "il primo AMICI " dove parlava ancora una volta dei giovani…e dei disagi e delle evoluzioni sociali…posso dire ke i programmi "contestati" sono frutto semplicemente di ciò ke la gente vuole vedere !

  3. credo ke l'unica donna del mondo dello spettacolo e televisiva … alla quale non ci si può dire nulla è proprio lei : maria de fiippi… l'unica ke contro tutto e tutti crede e continua a fidarsi dei giovani… di noi giovani ke a volte incoscientemente prendiamo modelli e strade sbagliate ! nonostante i suoi programmi " alcuni anke contestati" lei non si abbatte e continua a mantenere e difendere la sua linea d pensiero " criticabile x ki non vuol capire o x ki si ferma in superficie" e ammirevole e rispettoso x gente come me…ke crede in lei e nella propria vita !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.