CONDIVIDI

Marco Carta ha rilasciato un’intervista al settimanale Ditutto, nella quale ha parlato del suo nuovo album Necessità lunatica e di se stesso.

Il nuovo lavoro discografico viene definito da Marco come la sua essenza, ciò che lui è diventato anno dopo anno  “E’ un progetto importante realizzato nel tempo.

Siamo stati in lavorazione dall’inizio dell’estate scorsa.

Una lunga e bella gestazione. E’ un disco diverso, un genere più mio, un genere che rappresenta in pieno il mio stile. Non che gli altri lavori non lo fossero, voglio specificarlo, ma in questo lavoro mi riconosco particolarmente, anche e soprattutto per un fattore legato alla mia crescita artistica.”

Felice del rapporto che è riuscito a costruire, e mantenere, con i suoi fan “Un rapporto unico. La mia pagina facebook ha all’attivo 260 mila persone e ne vado fiero.

Grazie al social network possiamo tenerci tutti costantemente in contatto. Approfitto per salutare e ringraziare tutti loro. Grazie ragazzi, a voi devo moltissimo.”

Si definisce un ragazzo assolutamente normale “In una parola ‘semplicemente Marco’, quello che avete sempre visto e che avete imparato a conoscere nel tempo.”

Non si sente la persona giusta per dare consigli a chi vorrebbe intraprendere la sua strada, ma ecco cosa ripete ogni giorno a se stesso “Non mi sento molto in grado di poter dare consigli in realtà. A me dico sempre,  continua credere nei tuoi sogni, sii ostinato, tenace e studia tanto.”

Semplicità e umiltà: con questi due ingredienti è riuscito a conquistare, e continua a farlo di giorno in giorno, il suo pubblico, che durante il serale di Amici 11, come abbiamo potuto vedere, non ha mai smesso di sostenerlo, dimostrandogli tutto il suo affetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.