CONDIVIDI

Importanza della mammografia

Il tumore al seno colpisce una donna su otto nell’arco della vita, la mammografia è l’esame più efficace per individuarlo, per questo motivo, un volta raggiunta l’età adatta, è importante sottoporsi alle visite. Troppe donne ancora, nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione, tendono a non dare importanza alla prevenzione.

Quando effettuare la mammografia

L’età e la frequenza della visita varia in rapporto all’esistenza di eventuali fattori di rischio come la familiarità, cioè la presenza in famiglia di più parenti stretti già ammalati di questa patologia.

35-40 anni

In questa fascia d’età si preferisce optare per l’ecografia mammaria, ma potrebbe comunque essere effettuata anche una prima mammografia di riferimento, soprattutto in presenza di fattori di rischio.

40-49 anni

La densità del seno non permette di avere risultati chiari, per questo si consiglia la ripetizione dell’esame ogni 2 anni, 12 mesi se sono presenti fattori di rischio.

50 anni

Tutti i medici sono concordi nel sostenere che il rischio di tumore al seno diventa più elevato quando si superano i 50 anni, è in questa fase che si verificano la maggior parte dei casi. La mammografia va effettuata con un intervallo di due anni tra un esame e l’altro. Dopo i 70 anni è consigliato aumentare ulteriormente la frequenza, effettuando la mammografia una volta ogni 12 mesi.

mammografia

Come si effettua la mammografia

L’esame viene effettuato attraverso l’utilizzo del mammografo, un apparecchio specifico che proietta sulla mammella una dose molto bassa di raggi X. La mammella viene compressa tra due piani di plastica per alcuni secondi, questo permette di effettuare normalmente due proiezioni per mammella, una dall’alto e l’altra di lato.

È un esame doloroso?

Alcune donne trovano dolorosa la compressione della mammella tra le due piastre dell’apparecchiatura, ma si tratta di un fastidio passeggero vista la breve durata dell’esame.

Quanto dura?

La mammografia dura in media 5-10 minuti. Una volta terminato l’esame, si può tranquillamente tornare a casa ed è possibile riprendere subito la normale vita di tutti i giorni. Non è prevista anestesia e non è necessaria l’assistenza di terze persone.

Come prepararsi all’esame

La mammografia non richiede particolari preparazioni e non è richiesto il digiuno. L’unico dato da segnalare è il legame con il ciclo: secondo alcuni studi, l’esame potrebbe essere più efficace subito dopo l’inizio del ciclo mestruale.

mammografia (1)

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.