CONDIVIDI

Fegato e chili di troppo

Diminuire la quantità di cibo ingerito non è sufficiente per vincere la guerra contro i chili di troppo, ci sono infatti numerosi fattori che possono incidere sul raggiungimento del tanto agognato peso forma. Il metabolismo lento è uno di questi.

La salute del fegato gioca un ruolo di fondamentale importanza in questo ambito. Questo organo ricopre infatti un’ampia gamma di funzioni: produce la bile, contribuisce all’eliminazione delle tossine dall’organismo ed è indispensabile nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi.

Da qui la necessità di salvaguardare la sua salute, evitando di appesantirlo e rallentare le sue funzioni. Un’alimentazione scorretta immette nel nostro organismo un numero elevato di scorie, e sono proprio quelle legate ai cibi che ingeriamo a rappresentare il pericolo maggiore per il fegato e per il nostro benessere in generale: vengono assorbite dalla mucosa intestinale e si infiltrano in ogni tessuto.

Tra le principali fonti di tossine ci sono i carboidrati, sopratutto quelli raffinati, rappresentati da pasta, pane, farina, dolci e bevande gassate e zuccherate.

Se assumiamo una quantità eccessiva di carboidrati, la quota in più può essere impiegata dall’organismo in maniera diversa, ad esempio accumulandola nel fegato come una sorta di riserva da utilizzare in caso di mancata immissione di nuovo cibo. Ecco perché il digiuno non ci fa dimagrire: il nostro corpo fa le scorte!

Una dieta ricca di carboidrati può quindi appesantire il fegato, rendendo così assai difficile la perdita dei chili di troppo. Da qui l’importanza di effettuare alcune correzioni nella propria alimentazione, limitando il consumo di carboidrati ad alto indice glicemico, portando a tavola alimenti alternativi e mettendo in atto soluzioni che brucino l’adipe già sedimentato.

Se proprio non riuscite a rinunciare alla pasta, riducete le dosi e associatela a un condimento proteico, come tonno, sugo a base di pesce o vegetale. Il pane è meglio che sia integrale. La pizza potete mangiarla, ma evitate la crosta e scegliete almeno un ingrediente proteico.

Per quanto riguarda i dolci, invece, consumati a fine pasto fanno molti meno danni rispetto a quando vengono mangiati da soli.

Esistono poi delle spezie in grado di accelerare il metabolismo e disintossicare il fegato, come il rosmarino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.