CONDIVIDI
magnesio integratori

Tantissime persone soffrono di emicrania. Questo particolare tipo di mal di testa, coinvolge soltanto un lato del cranio e nel momento in cui raggiunge una certa intensità, risulta essere invalidante. 

Sono tante le cause che possono scatenare un’emicrania e tra le più note c’è la carenza di magnesio.

Il magnesio è uno degli elementi più essenziali del corpo umano, poiché per certi aspetti incrementa il corretto funzionamento di cellule e tessuti (specialmente quello osseo). 

Esso, va costantemente integrato e si può tranquillamente trovare negli alimenti di origine vegetale, come ad esempio la lattuga, la rucola, il radicchio, i legumi (fave, ceci, lenticchie, fagioli, piselli ecc) ma anche nei cereali integrali, nella frutta secca e nel cacao.

Carenza di magnesio ed emicrania

Integrare il magnesio nella vita di tutti i giorni sembrerebbe essere un gioco da ragazzi. Eppure esistono tante persone che ne sono carenti: chi svolge molta attività fisica (e dunque suda con una certa frequenza), chi vive lunghi periodi di stress o anche chi è alle prese con un virus intestinale.

Solitamente, una persona adulta necessita in media 400 mg di magnesio quotidiano e nel momento in cui ciò non si verifica, il suo corpo potrebbe andare “in tilt”, dovendosi dunque rapportare con una serie di problemi: diarrea, eccessiva sudorazione, vomito, disfunzioni di vario tipo, ipertensione ed emicrania.

L’emicrania si verifica in particolar modo nelle donne (in quanto è dipesa anche da squilibri ormonali) ma non risparmia certamente gli uomini. 

Le cause precise dell’emicrania sono tutt’ora ignote. Allo stesso tempo però, esistono alcuni fattori che aumentano le probabilità del suo insorgimento, come ad esempio lo stile di vita sregolato, l’esposizione prolungata verso determinati agenti atmosferici (o sbalzi di temperatura), la genetica, l’ansia, la depressione e per l’appunto la carenza di magnesio. 

Emicrania: come si cura

Come smettere di soffrire di emicrania?

Non esiste un metodo definitivo che ci consenta di sconfiggerla per sempre ma ci sono tantissime alternative in grado di placare tale disagio. Innanzitutto, prima di scegliere la cura più idonea, bisogna analizzare nello specifico la situazione. Ogni persona è un caso a sé e proprio per tale motivo l’intensità dell’emicrania può variare e richiedere un certo tipo di intervento.

Solitamente, per chi soffre di comune emicrania, si consiglia di acquistare dei farmaci (che dovranno essere prescritti solo ed esclusivamente dal medico) come ad esempio analgesici, antidolorifici o anti-infiammatori.

Ma prima di arrivare a questo punto, è importante focalizzarsi molto sulla prevenzione. Pertanto, bisogna assicurarsi che l’emicrania non sia il risultato di una carenza di magnesio: in tal caso, la terapia più idonea è proprio quella basata sulla sua re-integrazione. 

Cura al magnesio per emicrania

Secondo alcuni studi scientifici, integrare il magnesio nella vita quotidiana garantirebbe una riduzione dell’emicrania. 

Oltre al magnesio già presente in natura in tantissimi alimenti (che vi abbiamo già accennato in precedenza), si può trovare in farmacia ma anche in diversi negozi online sotto forma di integratore (polvere, bustine o compresse). Esso inoltre, dona al nostro organismo una serie di sostanze, tra cui carbonato, cloruro, idrossido, ossido, citrato ecc.

Lo stesso Ministero della Salute, ha riconosciuto il magnesio come una sostanza ricca di effetti nutritivi e fisiologici: pertanto, la nostra mente ne trae benessere e la qualità delle nostre giornate migliora in maniera netta.

Inoltre, il giusto funzionamento del sistema nervoso va a prevenire tantissimi altri problemi della psiche, come ad esempio lo stress, gli sbalzi d’umore (specialmente nelle donne in fase premestruale) ed irritabilità generale.

Magnesio: altri benefici

Il magnesio contribuisce notevolmente nella cura per l’emicrania ma non solo. Possiede una serie di proprietà che a loro volta portano dei benefici al nostro corpo.

Ad esempio, favorisce la digestione, contrasta l’ipertrugliceridemia, riduce l’ipercolesterolemia, salvaguarda l’intestino, elimina il senso di stanchezza, migliora la funzione muscolare e fornisce all’organismo la giusta energia per affrontare al meglio le giornate.

Inoltre, il magnesio è adatto per le donne in stato di gravidanza, per chi segue uno stile alimentare vegano o celiaco (in quanto è privo di glutine e di lattosio). Ma anche per le donne che stanno allattando, gli adolescenti che si trovano spesso sotto stress per via dello studio e gli sportivi che a causa dell’eccessiva e frequente sudorazione, ne risultano talvolta carenti.

Insomma, il magnesio sembrerebbe essere uno degli alleati per eccellenza dell’uomo anche se non bisogna abusarne, pensando che così facendo si possano eliminare tutti i problemi. Come ogni sostanza, il suo eccessivo dosaggio potrebbe causare una serie di controindicazioni che non vanno di certo prese sotto gamba.

Magnesio: controindicazioni

Integrare il magnesio ci aiuta a migliorare le prestazioni fisiche ed intellettuali ma se assunto in maniera eccessiva può portare ad una serie di controindicazioni, che si ripercuotono sui soggetti diabetici o causano:

  • Patologie cardiache
  • Anemie emolitiche
  • Ipotiroidismo
  • Iperparatiroidismo

Di conseguenza, è bene assumerlo ma fino ad un certo punto. Tra l’altro, si consiglia vivamente di consultare il medico in precedenza, il quale saprà dirvi nel dettaglio la frequenza relativa ai dosaggi. 

In conclusione

L’emicrania è uno dei mal di testa più comuni e colpisce in particolar modo le donne, gli studenti e tutti coloro che seguono dei ritmi di vita frenetici. A volte, alcuni agenti atmosferici (freddo, afa, vento ecc) possono contribuire nell’insorgenza.

Si tratta di una patologia che attraversa una serie di fasi. In quella più acuta, l’emicrania tende ad essere invalidante e proprio per tale motivo richiede delle cure che possono essere sia di tipo farmacologico che naturale. Uno dei rimedi per l’emicrania più efficace sembrerebbe essere il magnesio, il quale va costantemente integrato. In caso contrario, potrebbero esserci alcuni problemi che andrebbero a riversarsi sulla nostra salute.

Gran parte del lavoro però, lo svolge l’alimentazione. Seguendo una dieta molto variegata ed accompagnata dalla giusta assunzione di frutta e verdura, ci consente di fare già un buon carico di magnesio. In questo modo, il nostro corpo risulta più forte ed allo stesso tempo quasi immune ad alcuni disagi, sia di tipo fisico che psicologico.

Inoltre, bisogna tenere a mente che per prevenire l’emicrania è fondamentale eliminare lo stress in eccesso e riposare in maniera adeguata (almeno 7 ore a notte).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.