CONDIVIDI
città verona

Cascate Niagara

Conosciute dai viaggiatori di tutto il mondo, le cascate del Niagara sono una destinazione turistica molto popolare.

Si trovano nel punto medio del fiume Niagara, da cui il loro nome, e la loro origine risale a oltre 12 mila anni fa quando le acque dei ghiacciai si sciolsero e andarono a confluire dove sono le cascate ora.

La loro posizione è al confine tra Canada e Stati Uniti. La città di Fort Erie in Ontario è collegata a quella di Buffalo a New York attraverso un ponte, l’International Peace Bridge.

La parola “Niagara” deriva da quella indiana “Onguiaahra” e significa “stretto”. Alcune scene dei film “Niagara” e “Superman” sono state girate proprio alle cascate.

Lo spettacolo meraviglioso di queste cascate è particolarmente evidente di sera quando i diversi faretti colorati iniziano ad illuminarle creando sfavillanti sfumature.

Cascate-del-Niagara

Phallological Museum

Nel mondo ci sono molti posti particolari, davvero bizzarri dove se ne trovano davvero di belle.

Uno di questi soprattutto per la sua originalità è il museo dei peni nella piccola cittadina di Husavik nel cuore dell’Islanda.

Il museo ospita circa 276 peni di molte specie animali. L’attrazione del museo è senza dubbio il pene di una grossa balena che misura circa 1 metro e 70 centimetri.

Nel museo trovate peni  appartenenti a molte specie diverse: balene, orsi e i peni di quasi tutti i mammiferi terrestri e di mare che si possono trovare in Islanda.

Il museo nel 2012 è stato oggetto anche di un film che racconta la storia dei donatori  e del rapporto con quest’elemento del genere maschile. E’ tutto molto interessante e la curiosità di vedere le reazioni del pubblico è sempre tanta.d5e0ca5e-cb87-4705-acf1-7816600bd5a0

Chichen Itza, Yucatan

Chichen Itza è un sito precolombiano costruito dai Maya, nella penisola dello Yucatan in Messico. Nella traduzione il nome significa “nel pozzo della tribù Itza”. La piramide maya di Chichen Itza è stata selezionata come una delle nuove Sette Meraviglie del Mondo, nel luglio 2007, dopo un voto globale avvenuto su Internet.

Oggi, Chichén Itzá attira migliaia di visitatori che vengono ad ammirare i suoi resti spettacolari. Come per molti aspetti della storia Maya, la storia di Chichén Itzá è oscura: le informazioni a nostra disposizione sono scarse.

La maggior parte delle fonti concordano sul fatto che dal 550 d.C all’800 d.C, Chichén Itzá esisteva principalmente come centro cerimoniale per i Maya. L’area è stata quindi in gran parte abbandonato per un centinaio di anni per poi essere ripopolata intorno al 900 d.C.

La parte più antica di Chichén Itzá risale al periodo precedente alla conquista dei Toltechi e i suoi edifici sono di uno stile distinto chiamato Puuc, dal nome della regione collinare nel sud-ovest dello Yucatan.

La parte più nuova di Chichén Itzá è stato costruito dopo l’arrivo dei Toltechi​​. Qui, infatti, gran parte dell’architettura mostra una forte influenza tolteca a partire dagli edifici, decorati con le immagini dei funzionari toltechi e serpenti piumati.

Chichen-itza

Sardegna

Rinomata per le sue infinite spiagge e il mare cristallino, la Sardegna attira a sé ogni estate tantissimi turisti. L’isola non è però solo questo, offre ai visitatori l’opportunità di fare un tuffo nella sua storia e nella sua cultura, deliziare il palato con i piatti tipici e immergersi nei suoi profumi unici al mondo.

Sono tanti i posti sardi che meritano di essere visitati almeno una volta nella vita: proviamo a fare una selezione!

Se amate le spiagge affollate e la movida notturna, la vostra destinazione ideale è la Costa Smeralda, meta di tantissimi vip. Se invece desiderate un po’ di tranquillità in più, vi consiglio Stintino, non solo per il mare mozzafiato ma anche per le interessantissime escursioni che partono da questo luogo, come quella per l’isola dell’Asinara.

Altre località famose per la loro bellezza sono San Teodoro e Villasimius: la bellezza delle spiagge e la limpidezza del mare vi lasceranno senza parole!

Sicuramente meno conosciuta ma dotata di enorme fascino è la penisola del Sinis, un’area marina protetta in cui è possibile ammirare la natura sarda e la bellezza di spiagge come San Giovanni, Is Arutas, Mari Ermi. Non solo, avrete anche la possibilità di visitare il sito archeologico di Tharros e raggiungere l’isola di Mal Di Ventre con il servizio di trasporto in gommone messo a disposizione da alcune compagine private.

Chi si reca in Sardegna non può non visitare Alghero: una splendida cittadina sul mare che mostra ancora i tratti del passato spagnolo. Il suo lungomare con le mura e i bastioni è senza ombra di dubbio uno dei più belli dell’isola. Le grotte di Nettuno sono la principale attrazione del posto: raggiungibili in traghetto o attraverso circa 600 scalini che offrono una vista spettacolare sul mare.

Se invece volete fare un tuffo della civiltà nuragica, a Barumini troverete il nuraghe più importante e meglio conservato di tutta l’isola, dichiarato patrimonio dell’Unesco nel 1997.

Tra le spiagge più belle segnaliamo anche Torre dei Corsari e Piscinas, circondate dalle suggestive dune di sabbia, Cala di Budoni, Chia, Cala Luna, Costa Rei.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.