CONDIVIDI

Luisa Todini arriva ai vertici di Poste Italiane, le nomine sono state formalizzate al termine di una serie di incontri avuti dal premier Renzi prima con il Presidente Giorgio Napolitano, poi con Angelino Alfano e con Graziano Delrio, Pier Carlo Padoan e Maria Elena Boschi. Era consigliere di amministrazione Rai in quota Pdl-Lega, dopo essere stata fra i più giovani eurodeputati del gruppo Forza Italia nel 1999: aveva appena 28 anni. Luisa Todini è imprenditrice di nascita, giramondo per lavoro e per passione, rientra nella scommessa rosa di Matteo Renzi. Una donna ha attirato le simpatie della destra senza però dispiacere al centrosinistra. E che ha conquistato il grande pubblico discutendo in vari talk show televisivi come Ballarò, Piazzapulita, Annozero.

Todini ha un’esperienza da manager di alto livello che parte dall’azienda di famiglia ed attualmente possiede il 100 per cento delle azioni della Todini Finanziaria Spa e della Domus Etruria Srl (settore agricolo e immobiliare). Attraverso la Todini Finanziaria controlla la Ecos Energia (energie rinnovabili) e la Proxima Srl (immobiliare) e detiene il 22 per cento della Todini costruzioni.

È stata presidente della Federazione industria europea delle costruzioni dal 2010 al 2012, del Comitato Leonardo dal 2009, del Foro di Dialogo Italo-Russo dal 2004. È membro della Fondazione Italia-Usa dal 2008. È consigliere di amministrazione della Fondazione Child dal 2012. È stata vicepresidente dell’IPI, Istituto per la Promozione Industriale e consigliere di amministrazione della Luiss-Libera Università Internazionale Studi Sociali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.