CONDIVIDI
sport diabete

Fare sport di gruppo in adolescenza rappresenta un antidepressivo naturale scientificamente provato. Che sia rugby, pallavvolo o calcio non ha importanza: fare sport di gruppo rende felici. A confermarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry: Cognitive Neuroscience and Neuroimaging.
    I ricercatori della Washington University di St. Louis, negli Usa,hanno preso in considerazione un campione di 4.191 bambini tra 9 e 11 anni, i cui genitori hanno fornito informazioni sulla partecipazione dei loro figli a sport o altre attività e su eventuali sintomi depressivi. Si è notato che le scansioni cerebrali dei bambini forniscono dati sul volume del loro ippocampo, area del cervello importante per la memoria ma anche per l’umore.

Si è quindi affermato con certezza che il coinvolgimento nello sport è correlato ad un aumento del volume dell’ippocampo e alla riduzione della depressione nei giovanissimi. Questo è quanto sostenuto da Lisa Gorham, autrice principale dello studio. Tali relazioni sono risultate particolarmente forti in chi faceva parte di squadre scolastiche e associazioni sportive rispetto a chi aveva un impegno più informale nelle attività fisiche.

Sport di gruppo rende felici

In realtà , anche prima di questo studio, molti sostenevano che fare sport in gruppo aumentasse il senso si soddisfazione: lo sport rende socievoli, crea emozioni e appaga il corpo. Durante l’adolescenza , lo sport aiuta a non essere isolati e a confrontarsi con i propri coetanei. Socializzare quindi rappresenta uno strumento importante per non cadere in depressione e aumentare la propria autostima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.