CONDIVIDI

I disturbi del sonno causano contrasti nelle coppie che dormono insieme e mettono a rischio le relazioni.

A scoprirlo è una ricerca effettuata dall‘Università della California, secondo  dormire poco e male porta una mancanza di energia positiva necessaria a mandare avanti la propria relazione. Il risultato è la sensazione di disagio ed irritabilità nei confronti del partner.

Lo studio, è stato svolto dalla psicologa Amie Gordon e presentato nel convegno annuale della Society for Personality and Social Psychologists di New Orleans.  Si è evidenziato che le persone che soffrono di disturbi legati al sonno si interessano meno alla sfera emotiva della vita, tendendo a dare per scontato il rapporto di coppia.
Gli scienziati  hanno evidenziato la relazione di causa ed effetto tra il poco sonno e l’aumento del nervosismo nei confronti di chi ci è’ vicino verso il quale i sentimenti positivi tendono a scemare.
In Italia stando ai dati, una persona su tre  è affetta da disturbi del sonno.
Come è stato  dimostrato, dormire bene serve  a recuperare e conservare le energie, specialmente durante le prime ore, quelle del sonno profondo non-Rem . La qualità del sonno inoltre va ad agire anche il sistema ormonale, quello immunitario e quello cardiocircolatorio.

Le principali erbe che possono aiutare a combattere questi problemi ,  sono l’Escholtzia californica tintura madre, indicata per l’insonnia da nervosismo  la Passiflora incarnata, sedativa ed antispastica, la Valeriana officinalis tintura madre, calmante ed antidolorifica e la Tilia tormentosa (tiglio) macerata, dall’importante azione ansiolitica.

Agopuntura contro i disturbi del sonno in menopausa

Durante primi mesi della menopausa,  oltre ai tipici disturbi come vampate, irritabilità e nervosismo, spesso si presentano problematiche legate al sonno che destabilizzano il benessere psicofisico e la qualità della vita quotidiana.

Per contrastare i sintomi della menopausa un grande aiuto è dato dall’agopuntura: aghi infissi ad adeguata profondità nei punti di flusso dell’energia, come prevede la medicina cinese.

Ciò che ne deriva è una diminuzione degli stati d’ansia e stress, favorendo il riposo notturno, grazie al bilanciamento dell’energia corporea. L’agopuntura svolge la funzione di riequilibrio neuro-ormonale, una soluzione valida e priva di effetti collaterali. Inoltre, con questa tecnica si possono curare molti disturbi del sonno.

Alcune ricerche su questa tecnica effettuate su campioni di donne di età compresa tra i 50 e 67 anni, hanno comprovato l’efficacia. Gli aghi curano l’insonnia con risultati duraturi perché agiscono sui meccanismi profondi del sonno.  Studi in materia provano  che anche le vampate di calore, tipiche di questa delicata fase, diminuiscono. Solitamente gli esperti consigliano una seduta ogni quattro settimane per risultati efficaci e duraturi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.