Massacrato di botte a Kiev

L'ideologo delle Femen è stato picchiato

Viktor Sviatski, attivista del famoso gruppo delle Femen (le donne che protestano in topless per intenderci) nonché ideologo dell’organizzazione “femminista radicale”, è stato letteralmente massacrato di botte nei locali dell’organizzazione a Kiev.

“Viktor è stato portato in ospedale in ambulanza con il viso fracassato, con una possibile frattura alla mascella, denti rotti e un’importante emorragia”.

Queste le parole rilasciate in un comunicato dalle Femen, precisando che l’aggressione brutale in questione è avvenuta ieri sera.

Tra l’altro alcuni altri membri attivisti del gruppo sono stati minacciati, in quanto alcuni dissidenti sarebbero contrari ad un’organizzazione di protesta per la visita di Putin, prevista per domenica prossima , giorno in cui, tra l’altro, ci saranno le celebrazioni e i festeggiamenti per il 1025esimo anniversario della cristianizzazione della Russia.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.