Quali sono i nuovi mestieri legati all’agricoltura?

La terra continua ad essere una fonte di sostentamento e di lavoro per molti.

La crisi economica che ha colpito il nostro paese negli ultimi anni ha portato a riscoprire vie alternative di lavoro.

Secondo la Coldiretti però, la ricerca di un lavoro legato alla terra è da attribuire solo in parte alla crisi.

Dopo gli anni in cui si è assistito all’industrializzazione urbana che ha portato allo spopolamento delle campagne, attualmente si è in presenza di un vero e proprio boom con il +48% in tre anni (un’impresa agricola su tre è nata negli ultimi dieci anni).

Nonostante il lavoro della terra sia durissimo emerge che scelte di questo tipo sono comunque scelte consapevoli e legate al valore della terra e alla riappropriazione dei ritmi della natura.

Se da un lato si tratta di una scelta che comporta minori guadagni, dall’altro si sta riscoprendo il lavoro in un contesto particolarmente ricco di soddisfazioni.

I rischi legati a queste attività sono molti, ma indipendentemente da ciò in molti hanno già intrapreso questo percorso, riprendendo mestieri come quello del canestraio e del carbonaro.

L’interesse e la voglia di lavorare ha portato anche all”invenzione ‘ di nuovi lavori come il tutor dell’orto, l’agristilista, il tintore di tessuti anallergici e l’agritata.

Sono quindi diverse e numerose le nuove figure professionali legate all’agricoltura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.