Come funziona la lavatrice ad ultrasuoni

Avete mai sentito parlare delle lavatrici ad ultrasuoni? In questo articolo vedremo come funzionano e per cosa vengono utilizzate.

Solitamente una lavatrice ad ultrasuoni è composta da un generatore elettronico di ultrasuoni che produce un segnale a una frequenza compresa tra i 20 e i 60 Khz. Tale segnale viene trasformato in vibrazione meccanica da un trasduttore montato sotto il fondo di una vasca in acciaio inox, generando così onde di pressione e depressione ad altissima velocità.

Tali onde determinano l’oscillazione delle microbolle di gas disciolte nel liquido contenuto all’interno della vasca in acciaio, fino a farle implodere, generando così un fenomeno denominato “cavitazione ultrasonora”: una grandissima forza d’urto tra il liquido detergente e la superficie da pulire.

La scelta del detergente riveste quindi una grandissima importanza, e diversi sono i parametri che devono essere presi in considerazione al momento dell’acquisto, primo tra tutti il tipo di sostanza che deve essere rimosso dall’oggetto da pulire.

Per ottenere un buon risultato finale, il detergente utilizzato dovrà essere una soluzione acquosa possibilmente con alta pressione di vapore, con una bassa tensione superficiale ed essere impiegato a una temperatura tra i 50°- 60° C.

La temperatura di lavoro e la pressione di vapore del detergente sono due elementi che non devono assolutamente essere sottovalutati.

Il detergente deve essere compatibile con il materiale degli oggetti da pulire, con lo sporco da eliminare e con la vasca della lavatrice.

Altri aspetti da prendere in considerazione sono la frequenza del generatore ad ultrasuoni, la potenza, l’impiego del “SWEEP SYSTEM”, il tipo di trasduttore impiegato e la grandezza della vasca. Essa deve essere in grado di accogliere una discreta quantità di oggetti.

Con le lavatrici a ultrasuoni è possibile lavare di tutto, ad eccezione degli oggetti che possono essere rovinati dall’acqua o quelli particolarmente delicati. È possibile lavare articoli del settore ottico, meccanico, elettronico, orafo, dentale, chimico e farmaceutico, medico-ospedaliero, industriale, idraulico, elettrodomestico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.