CONDIVIDI

Una mamma chiede aiuto per salvare sua figlia

stamina

Pavia – Alessia compirà 5 anni il prossimo febbraio, ma non potrà spegnere le candeline né scartare i regali né saltare e giocare con gli amichetti. Alessia è costretta a letto da un’encefalopatia epilettica con tetraparesi spastica. La mamma Ornella ha raccontato al Gazzettino la storia della sua bambina, spiegando che il metodo Stamina rappresenta l’unica speranza.

“Alessia non parla, non può mangiare da sola, è miope, soffre di crisi respiratorie e epilettiche – spiega la signora Ornella – Le difese immunitarie sono bassissime. Ma non è stato sempre così: è nata sana. A un mese ha sofferto di bronchiolite e al ritorno dall’ospedale produceva un suono strano respirando: laringomalacia, la chiamano. Dopo il primo vaccino, la situazione non ha fatto che peggiorare fino allo stato attuale.”

Le cause non si conoscono ancora con certezza “Nessun accertamento è riuscito a chiarire se si tratti di una malattia genetica o da attribuire a un errore dei medici nel vaccinarla.”

Ornella segue personalmente Alessia, senza alcun tipo di assistenza esterna “Appena si sveglia controllo il livello di ossigenazione con il saturimetro. Se necessario l’attacco al respiratore, per mangiare ha bisogno del sondino. Poi la metto nel seggiolone o sulla statica. Fa fisioterapia, a pagamento, con degli addetti che di solito lavorano con gli anziani. E basta: non si muove, non afferra, non può giocare. È una bambola.”

L’unica speranza è il metodo Stamina “Quando ne ho sentito parlare mi è rispuntato il sorriso. Per Alessia non c’è alcuna alternativa, potrebbe solo migliorare come stanno migliorando tanti piccoli pazienti. La sua cartella è stata anche approvata dal dottor Andolina e la ritengono idonea al trattamento.”

Ma la sua richiesta è stata respinta dal giudice del lavoro di Pavia “Ha espresso parere negativo alla cura ma non ha saputo suggerire un’alternativa. Penso che sia tutto pilotato dalle industrie farmaceutiche.”

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.