la prova del cuoco chiude i battenti

Dopo 20 anni, “La Prova del Cuoco” chiude definitivamente i battenti.

Si tratta di una dura decisione, confermata proprio nelle ultime ore da Dagospia.

Secondo alcune indiscrezioni, la fine del programma era già sospetta da tempo. Ma quale sarebbe il perché? Il motivo sembrerebbe coincidere con il basso tasso di ascolti.

A farlo sapere è stato proprio Stefano Coletta, il direttore Rai.

Prova del Cuoco chiude: colpa della Isoardi?

Ovviamente, dinanzi a ciò si sono scatenate diverse dicerie. Ad esempio, alcuni sospettano che la fine della Prova del Cuoco, sia per colpa di Elisa Isoardi.

Molti telespettatori, erano affezionati alla figura di Antonella Clerici e da quando abbandonò il programma, le cose sono decisamente cambiate. Addirittura c’è chi sostiene una rivalità tra le due.

Ma il tutto è stato smentito proprio dalla ex di Matteo Salvini, che qualche settimana fa disse:

“In questo momento si legge di tutto. Mi riferisco a Dagospia. Ma, con tutto il rispetto per Roberto D’Agostino, il mio direttore si chiama Stefano Coletta e la mia azienda si chiama Rai. Conosco e stimo D’Agostino però quando si fanno queste cose bisogna sempre pensare alle conseguenze.

Per quanto mi riguarda, ho le spalle larghe e le cose cerco di farmele scivolare addosso. Il che non vuol dire che io debba rimanere per forza a ‘La Prova del Cuoco’. Ma attenzione, ci sono persone e quindi famiglie che lavorano con me. Ed è delicato quando si scrive, senza niente di ufficiale, che un programma viene chiuso. Bisogna informarsi. E, se così fosse, mi dispiacerebbe saperlo dai blog”.

A discapito di quanto dice però, sembrerebbe un addio definitivo.

Ma non è tutto. Secondo alcune voci di corridoio, nella fascia oraria dedicata a “La Prova del Cuoco”, potrebbe tornare la Clerici, con la conduzione di un nuovo programma. Di cosa si tratterà?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.