Jeff Bridges è uno degli attori più amati in assoluto.

Ma proprio qualche ora fa, il protagonista de “Il grande Lebowski” ha annunciato di essere malato di cancro e che presto dovrà sottoporsi a delle cure. Nonostante sia una malattia grave, egli si dichiara sereno, in quanto circondato da una squadra di medici esperta.

Su Twitter ha scritto così:

“Mi è stato diagnosticato un linfoma. Sebbene sia una malattia grave, sono fortunato ad avere una grande equipe di medici che mi segue e la prognosi è buona”.

Jeff Bridges chi è

Jeffrey Leon Bridges ha 71 anni ed è nato a Los Angeles il 4 dicembre del 1949.

E’ un artista a 360 gradi, poiché oltre a svolgere la professione di attore è anche un musicista e produttore cinematografico.

La sua famiglia è di origini irlandesi, tedesche e inglesi. Sin da piccolo ha avuto modo di lavorare nel mondo dello spettacolo, grazie anche al fatto che fosse già noto come figlio dell’attore Lloyd Bridges e della scrittrice Dorothy Simpson.

Nel corso degli anni ’70, iniziano per Bridges le sue prime esperienze cinematografiche. Tra le più significative, ricordiamo:

  • L’ultimo spettacolo (The Last Picture Show), con la regia di Peter Bogdanovich (nel 1971)
  • Città amara – Fat City (Fat City), con la regia di John Huston (nel 1972)
  • Cattive compagnie (Bad Company), con la regia di Robert Benton (nel 1972)
  • La terra si tinse di rosso (Lolly-Madonna XXX), con la regia di Richard C. Sarafian (nel 1973)
  • Pazzo pazzo West! (Hearts of the West), con la regia di Howard Zieff (nel 1975)
  • Il gigante della strada (Stay Hungry), con la regia di Bob Rafelson (nel 1976)
  • King Kong, con la regia di John Guillermin (nel 1976)
  • Rebus per un assassinio (Winter Kills), con la regia di William Richert (nel 1979)

Jeff Bridges film

Già agli inizi degli anni ’80, Jeff Bridges aveva raggiunto una notorietà non indifferente.

A prescindere dal fatto che fosse figlio d’artista, il suo talento divenne innegabile. Proprio per tale motivo, diversi registi lo scelsero per recitare in tantissimi film che lo portarono verso il successo stellare. Basti pensare a:

  • Starman, con la regia di John Carpenter (nel 1984)
  • 8 milioni di modi per morire (8 Million Ways to Die), con la regia di Hal Ashby (nel 1986)
  • Il mattino dopo (The Morning After), con la regia di Sidney Lumet (nel 1986)
  • Tucker – Un uomo e il suo sogno (Tucker: The Man and His Dream), con la regia di Francis Ford Coppola (nel 1988)
  • Ci penseremo domani (See You in the Morning), con la regia di Alan J. Pakula (nel 1989)

Ma anche:

  • La leggenda del re pescatore (The Fisher King), con la regia di Terry Gilliam (nel 1991)
  • Fearless – Senza paura (Fearless), con la regia di Peter Weir (nel 1993)
  • L’Albatross – Oltre la tempesta (White Squall), con la regia di Ridley Scott (nel 1996)
  • L’amore ha due facce (The Mirror Has Two Faces), con la regia di Barbra Streisand (nel 1996)
  • Il grande Lebowski (The Big Lebowski), con la regia di Joel e Ethan Coen (nel 1998)

E anche nel nuovo millennio, Jeff Bridges prende parte a numerose produzioni cinematografiche, come ad esempio Iron Man (nel 2008), Tron: Legacy (nel 2010), Kingsman – Il cerchio d’oro (nel 2017).

Sono tanti i riconoscimenti che Jeff Bridges ha ricevuto nel corso della sua carriera, ad esempio il premio Oscar come miglior attore protagonista per il film Crazy Heart (2010) e il Golden Globe alla carriera.

Jeff Bridges vita privata

Durante i primi anni ’70, Jeff Bridges ha avuto una storia d’amore importante con l’attrice Candy Clark, conosciuta sul set di Città amara – Fat City.

La loro storia però, non andò a buon fine. Ma nel 1977 l’attore sposò Susan Geston, che aveva incontrato durante le riprese del film Scandalo al ranch.

Dal loro amore sono nate tre figlie: Isabelle Annie (nel 1981), Jessica Lily “Jessie” (nel 1983) e Hayley Roselouise (nel 1985).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.