italiano

Un italiano 34enne residente a Bolzano è stato ucciso in uno del parchi più importanti di Berlino. L’omicidio è avvenuto sabato notte e le autorità tedesche, come loro prassi in questi gravi casi, stanno mantenendo il massimo riserbo sull’identità della vittima, della quale si sanno appunto solo l’età e le origini.

Una delle ipotesi per ora al vaglio degli inquirenti che si stanno occupando del caso è quella della rapina finita male.

Il corpo trovato da un passante

Il corpo agonizzante dell’italiano morto a Berlino è stato trovato ieri mattina da un passante che passeggiava nel parco. L’uomo, che riportava diverse ferite di arma da taglio, è stato trasportato in ospedale ma è morto poche ore dopo.

Come già specificato, per i media tedeschi e per gli inquirenti l’ipotesi più accreditata è quella della rapina finita male. Nel parco dove è avvenuta la tragedia sono molto frequenti questi episodi, soprattutto nelle ore serali.

Si tratta del Volkspark Friedrichshain, un luogo che di giorno è molto amato sia dai berlinesi sia dai turisti che visitano la capitale tedesca. Negli ultimi mesi sono stati diversi i fatti di sangue in questo polmone verde di 52 ettari inaugurato nel lontano 1840 (si tratta del terzo parco di Berlino dal punto di vista dell’estensione).

Uno degli ultimi, una rissa tra giovani finita con un ragazzo pugnalato al collo con una bottiglia, è avvenuto nella notte del 2 aprile. L’autore dell’aggressione, un diciottenne che stava partecipando a una festa di compleanno, è stato arrestato.

I familiari della vittima dell’aggressione si sono per ora chiusi in un impenetrabile silenzio. La zona dove attorno alle 5 di ieri mattina è stato trovato il corpo del 34enne bolzanino è rimasta transennata fino a ieri pomeriggio, per permettere agli uomini della scientifica di effettuare tutti i rilievi necessari finalizzati all’individuazione dell’aggressore che, fino ad ora, non ha ancora un nome.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.